Padalino promuove la Turris:
«Bravi a ribaltarla, gran carattere»

Padalino promuove la Turris: «Bravi a ribaltarla, gran carattere»
di Raffaella Ascione
Giovedì 15 Settembre 2022, 19:53
2 Minuti di Lettura

Due vittorie consecutive che alimentano entusiasmo e fiducia. I successi contro Juve Stabia e Taranto hanno letteralmente rigenerato l'ambiente dopo un difficile precampionato, ma per la Turris è già tempo di pensare al Picerno. Ripresa degli allenamenti quest'oggi al Liguori per i corallini, reduci da un'autentica prova di forza contro l'undici di Capuano. 
«Contro il Taranto non mi aspettavo una partita diversa - spiega mister Padalino -, vuoi per l’agonismo che caratterizza questo girone, vuoi per il recente ribaltone tecnico vissuto dal Taranto. Insomma, avevo messo in conto che sarebbe stata una partita complicata. Dirò di più, ero certo che il Taranto rischiava d’essere l’avversario più complicato, specie dopo l’esaltante vittoria di Castellammare: poteva generarsi in noi la pericolosa convinzione che fosse un avversario semplice, perciò i ragazzi sono stati ancor più bravi, anche nel ribaltare lo svantaggio dopo quel gol fantastico. Abbiamo continuato a giocare e creare i presupposti per segnare. Grande prova di carattere, quindi, ma di queste partite ne vedremo ancora molte. Nel complesso, comunque, vittoria meritata».

Quindi una valutazione sui singoli: «Maniero andava gestito tenendo conto del minutaggio, considerato che non aveva ancora il pieno ritmo partita. Ercolano? ha grandi qualità ed importanti margini di miglioramento».

La sua rete, la prima in maglia corallina, ha deciso una partita intensa e tirata. Notevole la soddisfazione del baby attaccante Longo: «È stata una bella vittoria di squadra. Ci abbiamo creduto fino alla fine e lo abbiamo dimostrato sul campo. Ce la godiamo, come è giusto che sia, ma poi subito testa al Picerno. Una gran bella sioddisfazione questo gol, arrivato dopo una lunga attesa. La concorrenza in attacco? Non può che farmi bene. Io devo solo pensare a lavorare per farmi trovare pronto quando toccherà a me».
Si è rivelato avversario ostico il Taranto: «Avevamo messo in conto certe difficoltà ed abbiamo preparato la partita con la consapevolezza di dover girare palla velocemente per trovare le giuste imbucate. Ed è proprio così che è arrivato il mio gol».

© RIPRODUZIONE RISERVATA