Turris-Messina partita a rischio:
scattano le prescrizioni dell'Osservatorio

Mercoledì 8 Dicembre 2021 di Raffaella Ascione
Turris-Messina partita a rischio: scattano le prescrizioni dell'Osservatorio

C'è anche Turris-Messina tra le gare finite sotto la lente d’ingrandimento dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive. Per il match del Liguori, in programma domenica alle 14.30 e «caratterizzato da profili di rischio», l’Osservatorio ha suggerito «l’adozione, in sede di GOS, delle seguenti misure organizzative: vendita dei tagliandi ai residenti nella provincia di Messina ai soli sottoscrittori dei programmi di fidelizzazione dell’A.C.R. Messina; implementazione del servizio di stewarding; rafforzamento dei servizi, anche nelle attività di prefiltraggio e filtraggio, come previsto da specifiche disposizioni di settore».

L’ultima sfida fra corallini e peloritani a Torre del Greco risale a tre anni fa, in serie D. In quell’occasione, era l’ottobre 2018, prima della gara si registrarono momenti ad alta tensione fra le opposte tifoserie, tempestivamente sedati - senza rilevanti conseguenze - dalle forze dell’ordine.

In vista della gara contro i siciliani, la Turris ha intanto confermato l’ingresso gratuito per i bambini fino ad 8 anni compresi («purché accompagnati da un adulto in possesso di valido titolo d’ingresso e previo ritiro al botteghino del biglietto omaggio») e le riduzioni per ragazzi, donne ed over 65.

La prevendita comincerà domani – giovedì (dalle 17 alle 20) – presso i botteghini lato tribuna e proseguirà nelle giornate di venerdì (ore 17-20), sabato (dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 20) e domenica (dalle ore 10 fino ad inizio gara). Confermato il servizio navetta gratuito messo a disposizione dalla società.

I biglietti per il settore ospiti saranno invece disponibili, fa sapere il club corallino «solo venerdì 10 dicembre, all’esito della riunione del Gos, tenuto conto delle misure organizzative suggerite dalla Determinazione dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive».

Indispensabile, per l’accesso allo stadio, «il possesso della Certificazione verde Covid-19 attestante l’avvenuta vaccinazione anti-Sars-Cov-2 o la guarigione dall’infezione (cosiddetto Green pass “rafforzato”), non essendo più sufficiente la sola effettuazione preventiva di un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo. In assenza di tale certificazione non sarà consentito l’accesso all’evento e non maturerà alcun diritto al rimborso del titolo eventualmente già acquistato». 

Società e calciatore hanno raggiunto l’accordo per la risoluzione contrattuale. Paolo Giofré lascia la Turris e da oggi è «libero dunque di accasarsi presso altra società. Nel ringraziarlo per il contributo fornito al club sia nella stagione della promozione dalla serie D che in quella in corso in Lega Pro, la società augura al calciatore classe 2001 le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera».

Ultimo aggiornamento: 15:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA