Giugliano, il presidente Sestile:
«Difficile completare la stagione»

Martedì 7 Aprile 2020 di Ferdinando Bocchetti
«È difficile pensare, dopo aver ascoltato nei giorni scorsi le parole del ministro Spadafora, che si possa completare la stagione». A parlare è Luigi Sestile, presidente del Giugliano, terza forza del girone I del campionato di serie D. Il massimo dirigente gialloblu ipotizza vari scenari: «Prima di riprendere a giocare occorrerrà dare alle squadre almeno due o tre settimane per poter eseguire una preparazione atletica adeguata. Tale possibilità farebbe slittare ulteriormente i tempi di una ipotetica ripresa del campionato. Ed è difficile, pertanto, pensare che si possa completare la stagione entro il 30 giugno - aggiunge - Se si dovesse andare oltre il 30 giugno, ovvero giocare anche a luglio, la prossima stagione dovrebbe poi iniziare inevitabilmente in ritardo».

LEGGI ANCHE Stirpe tuona: se il Frosinone non viene promosso, andrò per vie legali

Il presidente del Giugliano si sofferma poi su altri aspetti: «Sarebbe giusto che si decidesse in maniera univoca per tutti i campionati, dalla serie A ai Dilettanti - argomenta Sestile - Nel caso della serie D, si potrebbe pensare a uno spareggio tra le prime due in classifica dei vari gironi. O in alternativa studiare una soluzione che consenta anche alle seconde di giocarsi le proprie chances per la promozione diretta, magari attraverso criteri di ripescaggio". Poi il grido d'allarme sulle sponsorizzazioni: "Le società come la nostra non possono godere degli introiti dei grandi club di A e B. Andiamo avanti a colpi di sacrifici personali e con qualche sponsorizzazione, la cui gran parte però potrebbe ora venire meno».



  Ultimo aggiornamento: 16:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA