Ischia, trova una siringa ospedaliera nella pancia del tonno appena pescato: l'amara sorpresa

Giovedì 23 Settembre 2021 di Remo Sabatini
Un tonno (immag repertorio Ansa)

Una siringa ospedaliera nello stomaco di un tonno. Questa l'incredibile scoperta fatta da un pescatore nelle acque cristalline al largo di Ischia che ha lasciato di stucco Massimo Bottiglieri, il campione di pesca a traino d'altura protagonista della vicenda. Tutto era iniziato quando, poco fuori da Forio, durante una battuta, il pescatore era riuscito a far abboccare un tonno. L'esemplare, un alalunga di circa 10 chilogrammi, dopo essere stato catturato e ucciso, era stato subito lavorato con il coltello per la pulizia di rito. Ed era stato proprio durante quelle fasi che il Bottiglieri si era accorto di uno strano rigonfiamento nello stomaco del povero tonno. Così, incuriosito, aveva voluto controllare.

Sri Lanka, disastro ambientale: dopo il naufragio della nave cargo gli animali marini morti non si contano più

Lecce, rapita Grisonda, l'asinella-modella: «Aiutateci, abbiamo paura che finisca in un macello»

E allora ecco l'amara scoperta: una grossa siringa, tale e quale a quelle usate nelle strutture ospedaliere che, chissà come, chissà quando, quel pesce predatore doveva aver ingerito. A quel punto, dopo aver verificato che nello stomaco del tonno non vi fossero altri elementi estranei, per il pescatore non era rimasto altro da fare che liberarsi della preda in mare e smaltire correttamente la siringa. «Non è la prima volta che mi capita di trovare plastica negli stomaci dei pesci, ha commentato il pescatore ai quotidiani locali. Dobbiamo impegnarci a salvaguardare il mare», ha infine sottolineato.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA