Uccise la moglie incinta a bastonate,
condannato all'ergastolo

Giovedì 23 Luglio 2020
Uccise la moglie incinta a bastonate, condannato all'ergastolo

Fu un omicidio efferato. Prima tentò di strangolare la moglie, poi la finì a bastonate. La Corte d'Assise di Cosenza ha condannato all'ergastolo Giovanni Di Cicco, di 49 anni per l'assassinio della moglie, Romina Innicelli, di 44 anni, avvenuto a Cassano allo Jonio, nel Cosentino, nella notte tra il 15 ed il 16 aprile dello scorso anno. Il collegio giudicante, presieduto da Paola Lucente, ha accolto la richiesta di condanna fatta dal pubblico ministero, Valentina Draetta.

Milano, anziano cerca di uccidere la moglie con una pistola: ricoverati entrambi in gravi condizioni

Romina Innicelli, quando fu uccisa, era al secondo mese di gravidanza. Il marito infierì su di lei prima tentando di strangolarla e poi finendola a colpi di bastone. Di Cicco, agli investigatori, rivelò che poco prima dell'omicidio aveva assunto una dose di droga che gli avrebbe fatto perdere qualsiasi forma di autocontrollo. 

Ultimo aggiornamento: 18:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA