In coma dopo bypass gastrico, ingaggiato
grafologo per verificare documenti sanitari

Venerdì 22 Aprile 2022
In coma dopo bypass gastrico, ingaggiato grafologo per verificare documenti sanitari

Ci sarà anche l'esperto grafologo Alberto Bravo, presidente dell'istituto superiore di grafologia e docente universitario, nello staff di consulenti di parte che assisterà Angela Iannotta, la 28enne madre di tre bimbi piccoli ricoverata dal 3 febbraio scorso in gravi condizioni all'ospedale di Caserta dopo due intervenuti per dimagrire effettuati dallo stesso chirurgo, Stefano Cristiano, attualmente indagato per lesioni gravissime dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere. A nominare il grafologo, che dovrà probabilmente analizzare l'autenticità di alcuni documenti sanitari, i legali di Angela, Raffaele e Gaetano Crisileo, che nelle scorse settimane avevano già nominato uno staff di consulenti medico-legali con l'obiettivo di ricostruire il percorso clinico fatto da Angela.

Dal canto suo anche la Procura di Santa Maria Capua Vetere ha nominato i suoi periti, che hanno già visitato Angela in ospedale, così come il pubblico ministero Valentina Santoro ha già sentito la 28enne in due occasioni, sempre recandosi in ospedale. In meno di un anno, Angela Iannotta è stata operata due volte da Cristiano con il by-pass gastrico: la prima operazione è avvenuta nel marzo 2021 alla clinica Villa Letizia de L'Aquila, la seconda, appena nel gennaio scorso, alla clinica Villa del Sole di Casagiove. Dopo entrambi gli interventi Angela ha sempre accusato gravi complicazioni, soprattutto in seguito al secondo, quando ha avuto una grave setticemia che ne ha compromesso alcuni organi interni, tanto da costringerla al ricovero d'urgenza a Caserta e a due operazioni salvavita. 

Video

La ragazza è tuttora in attesa di un terzo intervento di ricostruzione dell'esofago e di parti dell'addome, che dovrebbe essere effettuato al secondo policlinico di Napoli dall'equipe del professore Franco Corcione. I legali della 28enne hanno presentato per ora due denunce alla Procura, in cui hanno chiesto di accertare le responsabilità sia del chirurgo che ha operato Angela che dei sanitari della clinica Villa del Sole di Casagiove.

© RIPRODUZIONE RISERVATA