Ambiente ed efficienza energetica, uno sportello per sostenere imprese e cittadini della Ciociaria

Martedì 19 Gennaio 2021 di Stefano De Angelis

 

La sua istituzione era stata annunciata dal presidente della Provincia nel messaggio di fine anno. Ora, a distanza di un paio di settimane, lo Sportello ambiente dedicato a Comuni, imprese e cittadini della Ciociaria è realtà. Si tratta di una struttura messa in piedi per fornire un supporto, informativo e tecnico, sugli strumenti e sulle risorse cui poter accedere nel settore energetico e ambientale in base alle leggi europee, nazionali e regionali. Tra gli obiettivi c’è anche quello di ridurre l’inquinamento atmosferico, favorendo l’adeguamento degli impianti termici dei Comuni, e i consumi di elettricità facendo leva anche sulle opportunità previste dagli incentivi per l’efficientamento energetico. L’ufficio, istituito attraverso l’Apef (Agenzia provinciale energia Frosinone), è stato inaugurato ieri alla presenza del presidente dell’ente di piazza Gramsci, Antonio Pompeo, del consigliere d’aula delegato all’Ambiente, Vincenzo Savo, e del general manager di Apef, Fabio De Angelis. La sede è in via Mola Vecchia 2, nel capoluogo. «L’apertura dello Sportello ambiente - ha spiegato Pompeo - rientra in un pacchetto di misure finalizzate alla promozione dell’uso consapevole e corretto dell’energia e, più in generale, delle fonti rinnovabili».


L’ASSISTENZA
Di cosa si occuperà nella sostanza lo Sportello? «Provvederà alla predisposizione e all’espletamento del bando finalizzato alla concessione di contributi per 500.000 euro in favore dei Comuni per la sostituzione di generatori di calore». I tecnici a disposizione, inoltre, daranno assistenza nell’iter per l’ottenimento del “Conto termico 2.0”: si tratta dell’intervento economico concesso dal Gse (Gestore servizi energetici) per coprire l’eventuale quota di spesa maggiore rispetto al finanziamento provinciale. Lo Sportello, inoltre, offrirà supporto sia alla Provincia nel ruolo di coordinatore del “Patto dei sindaci” sia a Comuni, imprese e privati “sulle misure attive per la riduzione dei consumi energetici”. Ad esempio: certificati bianchi; detrazioni fiscali per gli interventi di efficienza energetica e il recupero del patrimonio edilizio esistente; conto termico; fondo nazionale per l’efficienza energetica; piano impresa 4.0; programma per la riqualificazione energetica degli edifici della pubblica amministrazione centrale (Prepac); programma di interventi di efficienza energetica delle politiche di coesione 2021-2027; piano nazionale di informazione e formazione per l’efficienza energetica (Pif); set di misure per la mobilità sostenibile. Insomma, chi vuole sondare il panorama delle agevolazioni sul fronte del risparmio e miglioramento delle prestazioni, potrà rivolgersi allo sportello. «Come amministrazione provinciale e punto di riferimento dei 91 Comuni abbiamo promosso costantemente una visione corale nell’affrontare la grande sfida della valorizzazione del nostro patrimonio naturale e lo Sportello ambiente è un’ulteriore misura», ha aggiunto Pompeo, per il quale questo nuovo servizio rappresenta un altro passo verso «un futuro sempre più ecosostenibile».

 

Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio, 13:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA