CORONAVIRUS

Coronavirus, partoriente positiva non dichiara di provenire dalla zona rossa: l'infermiera la denuncia

Giovedì 12 Marzo 2020
Coronavirus, partoriente positiva non dichiara di provenire dalla zona rossa: l'infermiera la denuncia

Coronavirus, partoriente positiva non dichiara di provenire dalla zona rossa: l'infermiera la denuncia. Non hanno dichiarato di provenire dalla zona rossa e per questo, un'infermiera di 40 anni, le ha denunciate. E' accaduto a Bari, all'ospedale Mater Dei, dove una partoriente - risultata poi positiva al Covid 19 - avrebbe taciuto sulla sua provenienza insieme alla madre (biologa nello stesso ospedale) esponendo l'infermiera al rischio contagio e costringendo lei e la sua famiglia alla quarantena domiciliare.

Coronavirus, sindacati chiedono stop fabbriche: "Pronti a sciopero"

Coronavirus, il paziente 1 pugliese torna a casa: «Sta bene». Fuori pericolo anche chi era nell'aereo con lui

La partoriente rientrava da Parma. L'esposto redatto dall'avvocato Fabio Campese per conto dell'infermiera - secondo quanto riporta la Gazzetta del Mezzogiorno - riferisce che al momento del ricovero le due donne avrebbero «omesso di comunicare che proveniva da Parma, una zona individuata come zona rossa ai sensi dell’emergenza sanitaria per contagio da coronavirus».

Campese, per conto della sua cliente, chiede alla Procura di accertare responsabilità per i reati di dichiarazioni mendaci all’autorità, violazione di ordini impartiti dall’autorità, diffusione di epidemia e delitti colposi contro la salute pubblica.
 

 
 

Ultimo aggiornamento: 21:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA