Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

CORONAVIRUS

Santo Stefano in quarantena: un pianista romano ha il covid e i turisti sono bloccati sull'isola

Martedì 18 Agosto 2020 di Giuseppe Scarpa
Santo Stefano in quarantena: un pianista romano ha il covid e i turisti sono bloccati sull'isola

Isolati nell'isola di Santo Stefano. L'allarme Covid-19 preoccupa la Sardegna. Da ieri sino ad oggi è stato deciso di blindare i tre chilometri del fazzoletto di terra immerso nel paradisiaco arcipelago della Maddalena. Santo Stefano, con i suoi 50 ettari di natura unica, e i suoi 450 tra turisti e personale dell'unico Resort, è stata sigillata per un giorno. Quello che accadrà nelle prossime ore verrà deciso oggi. Dipenderà dall'esito dei tamponi fatto ai vacanzieri e ai lavoratori del villaggio turistico.

Covid, linea dura del governo: se la pandemia si aggrava via ai lockdown territoriali
I ragazzi tornati da Porto Rotondo: «Sette notti insieme in Sardegna, inevitabile prenderci tutti il Covid»

IL CONTAGIO
La vicenda ha inizio domenica. Un dipendente della struttura sta male. Si tratta di un pianista romano di 60 anni. Qualcosa non quadra. È lo stesso 60enne a capire che forse si tratta di coronavirus. I sintomi, d'altro canto, ci sono tutti : la febbre, i brividi, la tosse, perdita improvvisa dell'olfatto e del gusto. Inoltre è lo stesso medico del Resort che si convince che effettivamente si può trattare di Covid-19. L'intervento sarebbe stato tempestivo. L'uomo viene subito isolato in una stanza mentre il dottore avvisa l'unità di crisi del servizio sanitario regionale del nord Sardegna guidata da Marcello Acciaro. Immediatamente viene inviata nell'isoletta una equipe di esperti.
Un team sanitario raggiunge Santo Stefano. Nel frattempo il musicista viene trasportato in sicurezza all'ospedale di Sassari. A lui vengono poste tutta una serie di domande, essenziali per ricostruire le persone con cui è entrato in contatto.

I turisti e i dipendenti della struttura vengono invece sottoposti ad una visita che culmina con il tampone. Poi viene imposto l'obbligo della mascherina, muoversi il meno possibile all'interno del Resort. E infine la decisione di non fare uscire e entrare nessuno dall'isoletta fino al risultato dei tamponi che dovrebbe arrivare oggi. Poi, ogni nuova decisione, verrà presa in funzione del risultato de i 470 tamponi.

IL SINDACO
«L'unità di crisi - spiega il sindaco del comune di La Maddalena, Luca Montella - si è mossa tempestivamente. Adesso attendiamo di conoscere al più presto il percorso compiuto dall'uomo. È importante sapere i suoi spostamenti, proprio per tutelare gli altri cittadini». A La Maddalena si è infatti registrato un altro caso di Covid-19. Si tratta di un maddalenino, tuttavia l'uomo avrebbe contratto il virus durante una vacanza a Ibiza. Insomma niente a che fare con il musicista romano di Santo Stefano. Il primo cittadino Montella ha colto l'occasione per ricordare i buoni comportamenti: «È indispensabile richiamare l'attenzione sull'uso preciso e puntuale di mascherine anche all'aperto, non creare assembramenti e mantenere la distanza interpersonale. Altra raccomandazione è rivolta agli esercenti di locali, al fine di ricordare alla clientela la stretta osservanza delle norme».
 

Ultimo aggiornamento: 19 Agosto, 01:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA