CORONAVIRUS

Covid, Brunello Cucinelli donerà capi invenduti per 30 milioni: «Un'amabile risorsa per l'umanità»

Mercoledì 15 Luglio 2020
Covid, Brunello Cucinelli donerà capi invenduti per 30 milioni: «Un'amabile risorsa per l'umanità»

Brunello Cucinelli donerà i capi rimasti invenduti causa Covid, il cui valore stimato è di 30 milioni di euro. Un progetto «intenso che mi sembra in qualche maniera elevi la dignità dell’uomo e renda onore a tutti coloro che hanno lavorato nella realizzazione di tali capi», ha spiegato l'imprenditore. Per capire a quali progetti destinarli sarà istituito un consiglio composto da 10 persone: tutti i capi comunque riporteranno l’etichetta indelebile con la scritta “Brunello Cucinelli for Humanity“. Una sorta di «amabile risorsa» per l'umanità, li ha definiti Cucinelli. 

Brunello Cucinelli, Lisandroni e Stefanelli nuovi Amministratori Delegati e CEO
Cucinelli, effetto Covid-19 sui ricavi del trimestre

Una scelta all'insegna della sostenibilità per risolvere un problema comune a molte aziende del settore dopo lo scoppio della pandemia da Coronavirus e il relativo lockdown. «Tutto ciò va a completare il più grande progetto di “umana sostenibilità” nel quale da sempre abbiamo creduto e che ci piace riepilogare in: “clima ed emissioni, cura della terra e degli animali e cura della persona umana”. Sarebbe per me un vero piacere se questo gesto simbolico fosse accettato come segno augurale verso un nuovo e duraturo tempo nuovo», ha spiegato ancora l'imprenditore. 

 

Ultimo aggiornamento: 16:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA