Napoli, la quinta edizione della shipping week dal 26 settembre al 1 ottobre

Napoli, la quinta edizione della shipping week dal 26 settembre al 1 ottobre
Giovedì 8 Settembre 2022, 10:49
5 Minuti di Lettura

Dal 26 settembre al 1 ottobre si terrà la quinta edizione della Naples shipping week. Dopo la settimana a Genova del 2021, l'evento internazionale dello shipping e della cultura del mare torna nel capoluogo campano.

«La Naples shipping week - ha detto Umberto Masucci, presidente del Propeller club port of Naples - si conferma grande occasione di incontro del cluster marittimo, portuale e logistico. I numerosi eventi in programma confermano la centralità di Napoli nel panorama nazionale e internazionale del nostro settore». Tra i temi che saranno discussi ci sarà l'attenzione all'ambiente ma anche le difficoltà dovute agli eventi bellici. «La guerra condiziona i traffici e dobbiamo vedere come fare perché i traffici e i porti possano continuare. Le statistiche recenti di Assoporti del primo semestre 2022 mostrano i porti del Sud, e anche Napoli e Salerno, come porti che lavorano bene, in crescita, e quindi sono moderatamente ottimista».

Oggi c'è stata la conferenza stampa di presentazione dell'evento. La manifestazione è organizzata dal Propeller club port of Naples e Clickutility team ed è promossa dal comune di Napoli e dall'autorità di sistema portuale del mar Tirreno centrale, con il supporto istituzionale della marina militare e del corpo delle capitanerie di porto - guardia costiera.

La settimana offrirà alla città un calendario di quaranta eventi per gli operatori del settore e non. Oltre ai momenti di networking e approfondimento riservati al cluster marittimo, la manifestazione proporrà iniziative culturali aperte alla cittadinanza. Arriverà a Napoli la nave scuola Palinuro della marina militare, che sarà visitabile dalla popolazione, e sarà presente anche un'unità navale della guardia costiera classe Dattilo/Diciotti.

La giornata d'apertura sarà dedicata al tema dello sviluppo sostenibile delle aree urbane costiere attraverso la valorizzazione della cultura marittima della città e vedrà la partecipazione di Kitack Lim, segretario generale della International maritime organisation, oltre a un confronto tra i sindaci di città-porto nazionali e internazionali che sarà aperto dal sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi. Nei giorni a seguire si svolgeranno seminari tecnici in collaborazione con ordini e associazioni professionali. Novità di questa edizione, la manifestazione si sposterà anche a Salerno e sbarcherà a Procida, capitale italiana della cultura 2022, anima della storia della marineria nazionale e internazionale. Attenzione sarà dedicata anche ai giovani e agli studenti grazie al coinvolgimento delle università degli studi di Napoli Federico II e Parthenope.

Nel corso della settimana sarà dato spazio anche all'importanza del sistema portuale italiano per lo sviluppo economico del made in Italy, al tema delle zone economiche speciali. Geopolitica, sostenibilità, innovazione, finanza e fattore umano saranno i macro-temi affrontati dalla quattordicesima edizione di Port&ShippingTech, il forum internazionale dedicato alle innovazioni tecnologiche per lo sviluppo del sistema logistico e marittimo, main conference della shipping week che si svolgerà giovedì 29 e venerdì 30 settembre al centro congressi della stazione marittima, in presenza e in live streaming. Per l'occasione sarà presentato anche il nono rapporto annuale sui trasporti marittimi e sulla logistica a cura del centro Studi e ricerche per il Mezzogiorno collegato al gruppo Intesa Sanpaolo.

Tra gli eventi internazionali, anche l'Intermodality worldwide per la prima volta in Italia. Il convegno è organizzato dal Bureau international des containers insieme al Centro internazionale studi containers e vedrà confrontarsi relatori di caratura internazionale sull'intermodalità, approfondendo i temi del tracciamento della merce, dei contenitori del futuro e della sicurezza, per terminare con un intervento sulle nuove sfide e sulle nuove frontiere, in particolare quelle che si stanno aprendo in Africa.

«Il porto di Napoli è una grandissima risorsa e infrastruttura per la città e per il Paese e oggi acquisisce un ruolo ancora più importante perchè la guerra ad est rilancia le rotte mediterranee e la centralità del Mediterraneo come luogo di scambi e di approvvigionamento energetico dell'Italia e dunque oggi più che mai è importante investire sul porto e fare in modo che acquisti maggiore competitività». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, in occasione della presentazione della Naples shipping week. Manfredi ha sottolineato la necessità che si lavori per «una transizione ecologica attraverso l'elettrificazione delle banchine, la riduzione dell'impatto delle navi che sono ferme sulle banchine, soprattutto navi da crociera e traghetti» ma anche a un nuovo rapporto tra il porto e la città aprendo il porto storico alla città, progetti su cui «stiamo lavorando con l'autorità portuale. Questo nuovo ruolo e protagonismo del porto di Napoli sono fondamentali per la Napoli del futuro che noi immaginiamo».

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA