Napoli, il Giro d'Italia passa in periferia: lavori in via Argine e via Repubbliche Marinare

Un milione e 550mila euro a disposizione

Le buche di via Argine
Le buche di via Argine
di Alessandro Bottone
Martedì 6 Dicembre 2022, 19:45 - Ultimo agg. 7 Dicembre, 09:03
4 Minuti di Lettura

Il prossimo Giro d'Italia attraverserà via Argine e via delle Repubbliche Marinare, due arterie fondamentali della viabilità della zona orientale di Napoli, che saranno presto oggetto di lavori di manutenzione straordinaria così come deciso dal Comune di Napoli. Si utilizzano diversi milioni di euro messi a disposizione dalla Città Metropolitana proprio per l’importante evento sportivo.

Un milione e 550mila euro sono a disposizione per riqualificare il tratto di via Argine a Ponticelli compreso tra gli incroci con via Mario Palermo e via Matteotti (confine con il Comune di Cercola). La carreggiata risulta particolarmente dissestata e pericolosa anche a causa dell'abbondante e costante caduta di acqua piovana dalla sopraelevata strada statale, così come denunciato da Il Mattino già da tempo

Buche e dislivelli provocano allagamenti e vaste pozzanghere a danno dei pedoni e dei veicoli stessi: per ripristinare sicurezza e decoro si rimuove la pavimentazione esistente, si realizzano ricariche di binder dove necessario, si riparano caditoie e chiusini e si posa un nuovo tappeto di usura in conglomerato bituminoso. Sono necessari sessanta giorni per portare a termine i lavori lungo la strada utilizzata quotidianamente da migliaia di veicoli, anche mezzi pesanti.

Stesso identico intervento e medesime tempistiche anche per via delle Repubbliche Marinare a Barra per cui ci sono a disposizione un milione e 550mila euro: si riqualifica, in particolare, la carreggiata compresa tra via Figurelle e via Botteghelle. Il successivo tratto - verso il centro città - è ancora impegnato per i lavori di restyling in seguito all'abbattimento del viadotto che dovrebbero concludersi nelle prossime settimane. Il tratto successivo, tra via Volpicella e via Ferraris, è interessato da lavori finanziati con il Piano Strategico dell’ente di piazza Matteotti.

Da riqualificare anche via Mario Palermo anche se non è stata inserita tra le strade direttamente interessate dal Giro. Sulla lunga e pericolosa strada di Ponticelli - dove da tempo non vengono eseguiti interventi di manutenzione - si interviene con un milione e 570mila euro con lavori da concludere in sessanta giorni. Via Mario Palermo risulterà fondamentale per smaltire il traffico cittadino durante la manifestazione che porterà particolare attenzione mediatica sull’intera città. 

Video

Il prossimo Giro d'Italia partirà e arriverà a Napoli: la tappa è prevista per giovedì 11 maggio 2023 con partenza in Piazza del Plebiscito. Si attraversano: via Cesario Console, via Acton, via Colombo, via Nuova Marina, via Vespucci, via Volta, via Reggio di Portici, via Gianturco, via Galileo Ferraris e via Argine per poi proseguire sulle strade dei Comuni limitrofi. Al ritorno, invece, il Giro arriva in via delle Repubbliche Marinare per poi imboccare via Galileo Ferraris proseguendo nelle stesse dell'andata. Dunque, non si utilizza corso San Giovanni, come inizialmente ipotizzato, probabilmente per la presenza del cantiere e per la complessità dei collegamenti tra la zona orientale, quella vesuviana e il centro città.

Altri fondi coprono i lavori che riguardano altre strade di Napoli in vista del Giro. La giunta comunale guidata da Gaetano Manfredi, infatti, ha approvato progetti che riguardano anche via Acton, via Cesario Console, via Cristoforo Colombo, via Gianturco, via Galileo Ferraris, via Reggia di Portici, via Volta, via Vespucci, via Nuova Marina, corso Vittorio Emanuele, piazza Cavour, via Taddeo da Sessa, via Cardarelli, via Semmola, via D'Antona, via Leonardo Bianchi e via Tommaso De Amicis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA