Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Beni confiscati, ispezionata ex proprietà del clan Moccia di Afragola

Martedì 17 Maggio 2022
Beni confiscati, ispezionata ex proprietà del clan Moccia di Afragola

Si è conclusa la ricognizione dell'agenzia nazionale dei beni confiscati nelle proprietà sottratte a soggetti ritenuti appartenenti al clan Moccia di Afragola, in provincia di Napoli, tra i quali figura anche la «storica» villa di via Rossini.

Il funzionario dell'agenzia, insieme con i tecnici del Comune e agli agenti della polizia locale, hanno verificato lo stato di occupazione di dieci appartamenti, identificato gli eventuali occupanti, accertato le quadrature e lo stato di manutenzione. Il controllo è anche servito ai tecnici comunali per valutarne la conformità urbanistica rispetto ai permessi edificatori e individuare, nel caso, opere abusive e la loro eventuale sanabilità nel rispetto delle norme vigenti. Nei prossimi giorni, il funzionario effettuerà anche l'accesso a due terreni, uno in via Amendola, l'altro in via Rossini.

Video

La verifica, che si è svolta senza alcun incidente, rappresenta l'atto finale di un lungo iter giudiziario che riguarda Luigi Moccia, iniziato nel 2018 con il decreto di sequestro di questi beni a lui riconducibili, confermato dalla Corte di appello di Napoli nel 2021 e divenuto irrevocabile con la sentenza della Corte di Cassazione lo scorso 5 aprile. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA