Incendio a Caivano, rifiuti dati alle fiamme in via Cinquevie: sul posto anche l'Esercito

Domenica 16 Gennaio 2022 di Elena Petruccelli
Incendio a Caivano, rifiuti dati alle fiamme in via Cinquevie: sul posto anche l'Esercito

L’odore acre di rifiuti bruciati arriva fino al centro cittadino, rogo in prossimità del campo nomadi in via Cinquevie. La vasta area è situata al confine tra Caivano, Acerra e Afragola e ha prevalentemente un carattere agricolo, con enormi spazi dedicati alle coltivazioni. Il panorama delle campagne caivanesi sporcato dall’ennesima colonna di fumo.

In fiamme ci sono rifiuti di ogni tipo, si sente anche il tipico odore di plastica bruciata. Tra i primi sul posto ci sono i volontari Antiroghi Acerra, che come sempre documentano sulla loro pagina Facebook, i roghi sull’area a nord di Napoli.

«Sono stati incendiati i rifiuti che i rom lanciano al di là del muro di cinta. Rifiuti che diversi mesi fa furono in parte rimossi dal Comune di Caivano, ma che ovviamente si accumulano di nuovo in poco tempo. Sul posto l’intervento dei vigili del fuoco e di una pattuglia dell’esercito», scrivono i volontari.

L’incendio si è verificato intorno alle 14.20. Commenta Vincenzo Petrella dell’associazione Volontari Antiroghi Acerra: «Quello che mi sento di dire è che fin quando le istituzioni continueranno a ghettizzare queste persone nelle estreme periferie, in luoghi dove persistono seri problemi sotto il profilo igienico sanitario, ogni giorno faremo i conti con le montagne di rifiuti accatastati, che in parte finiscono alle fiamme generando colonne di fumo tossico». 

Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio, 18:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA