Napoli, armato di coltello semina il panico nella metropolitana di Napoli: una donna ferita nella maxi ressa

Napoli, armato di coltello semina il panico nella metropolitana di Napoli: una donna ferita nella maxi ressa
Giovedì 8 Giugno 2017, 18:24 - Ultimo agg. 9 Giugno, 13:35
3 Minuti di Lettura

Un uomo armato di coltello ha seminato il panico tra i passeggeri del treno della metropolitana della linea 1 di Napoli che viaggiava in direzione Chiaiano. L'uomo è stato disarmato dai vigilanti del metrò e poi è stato arrestato dopo una colluttazione con la polizia. Nella ressa alcuni passeggeri sono rimasti leggermente feriti. Altri sono in stato di choc.
 

 

L'uomo, un clochard svedese di 31 anni, Viktor Axel Russ, identificato con passaporto, ubriaco, da venti mesi in Italia e già in passato segnalato dalle forze dell'ordine di altre città italiane per comportamenti legati all'abuso di alcol, era visibilmente ubriaco e portava con sé un coltello seghettato con lama da 20 centimetri.
 

Quando l'arma gli è caduta, sul convoglio è esploso il panico. Alla vista del coltello, i passeggeri che erano nello stesso vagone hanno cominciato a gridare, accalcandosi nei pressi della porta del treno appena arrivato alla stazione Colli Aminei. Nel fuggi fuggi generale, alcuni passeggeri sono stati travolti nella ressa, qualcuno è caduto e una donna è rimasta ferita alle ginocchia. 



«Era un uomo alto e scuro - racconta una testimone oculare all'Ansa - aveva una bandana sulla testa e portava dei pantaloni aderenti. L'ho notato già alla Stazione Università, dove sono salita. Una volta sul treno, affollato, è passato accanto a me e ad altri passeggeri e ha sollevato la maglietta, lasciando vedere un coltello lungo e affilato».

«L'uomo ha gridato qualcosa di incomprensibile, poi il treno è giunto alla stazione di Colli Aminei, e la gente è corsa via urlando. Nella ressa, alcuni sono caduti a terra, mentre altri hanno preso d'assalto le scale mobili», racconta la donna, una 35enne napoletana. I vigilantes di servizio nella stazione sono intervenuti e sono riusciti a disarmare l'uomo, in attesa dell'arrivo della polizia.

 

All'arrivo dei poliziotti lo svedese si è divincolato e dopo una colluttazione è stato arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e denunciato per detenzione di strumenti atti ad offendere. Nella ressa l'uomo ha provocato ai poliziotti intervenuti delle lesioni per le quali è stato necessario l'intervento dei medici dell'ospedale San Giovanni Bosco.

Viktor Axel Russ è un senza fissa dimora e si esclude ogni forma di collegamento con organizzazioni terroristiche. Per gli stessi reati, a Catania, era già stato denunciato nel dicembre del 2016 e arrestato a febbraio di quest'anno. Tre giorni fa per gli stessi reati veniva nuovamente arrestato dai carabinieri di Napoli. Giudicato con rito direttissimo, è stato condannato a sei mesi con pena sospesa




La circolazione sulla Linea 1 della metropolitana di Napoli è poi ripresa regolarmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA