Napoli, anziana muore di tumore al Fatebenefratelli: ​rubati gli orecchini

Venerdì 10 Luglio 2020
Napoli, rubati gli orecchini a una donna morta in ospedale. «Per lei erano un'ancora, non li toglieva mai»
Era stata ricoverata in ospedale nel reparto oncologia ormai in fin di vita. Dopo la morte, la terribile scoperta da parte del figlio: all'anziana donna sono stati rubati gli orecchini che indossava e da cui non si separava mai. È successo ieri a Napoli, nell'ospedale Fatebenefratelli. A denunciare l'accaduto il Consigliere Regione dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che ha dato voce all'appello di Marcello Annunziata, figlio della donna derubata dopo il decesso.

LEGGI ANCHE --> Veroli, bidello ruba i soldi delle offerte a scuola e ai carabinieri dice: «Mi servivano, non sapevo come fare»



Su Facebook Annunziata aveva scritto: «Questi orecchini erano per lei un'ancora emotiva che manteneva vivi nel presente ricordi ed emozioni passate. Orecchini che lei non toglieva, da sempre, per mantenere accesa la fiamma dei ricordi. Anche noi al momento del ricovero non li abbiamo tolti, anche perché tale operazione le procurava fastidio e dolore. Questi orecchini, dopo la sua fine, sono stati sottratti». Borrelli si è fatto carico della denuncia di Annunziata, chiedendo una verifica interna in ospedale.

Annunziata ha spiegato a Borrelli la dinamica del furto: «Come si vede da una foto che ho pubblicato su Facebook, mia madre indossava quegli orecchini. Otto ore dopo, io ero andato lavoro, sono stato chiamato dall’ospedale che mi comunicava il decesso di mia mamma, quando sono andato a vedere il suo corpo nella sala mortuaria gli orecchini erano scomparsi. Mi sono rivolto alla direzione sanitaria ma non hanno saputo e voluto darmi spiegazioni. Nel frattempo non ho insistito perché questi per me sono giorni di dolore e sofferenza». 


 Ultimo aggiornamento: 11 Luglio, 09:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA