Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vesuvio, tour inedito "Sui sentieri
di Spartaco"

Mercoledì 22 Novembre 2017 di Antonio Cangiano
Vesuvio, tour inedito "Sui sentieri di Spartaco"

“Roma era grande, potente e lenta; Spartaco era piccolo, affamato e veloce. Roma era vecchia e attaccata alle proprie tradizioni; Spartaco era un innovatore. Roma era pesante, Spartaco era agile.” Così descrive lo scrittore Barry Strauss nel suo libro “ La guerra di Spartaco “ lo schiavo di Capua che tenne in pugno per mesi le sorti di Roma . Una battaglia, quella del Vesuvio del 73 a.C. combattuta sulle pendici del vulcano , rimasta emblematica per astuzia e capacità strategica ed ancora oggi  studiata in ambito militare per l’efficacia della strategia. Da una parte una milizia romana comandata dal pretore Gaio Claudio Glabro, dall’altra un gruppo di schiavi ribelli guidati dal gladiatore Spartaco. 
Quando Glabro cinse d'assedio la posizione sulla quale si erano asserragliati Spartaco e i suoi, quest'ultimi, approfittando dell'oscurità, riuscirono ad aggirare l'accerchiamento, calandosi da un fianco del vulcano con corde ricavate da tralci di vite, senza che le sentinelle se ne accorgessero, per cui riuscirono a circondare l'accampamento romano e, forti dell'effetto sorpresa, l'attaccarono, sterminando gran parte dei legionari.
Ora sugli stessi luoghi , l’associazione “Spartacus” ha organizzato il primo tour “Sulle vie di Spartaco”. Domenica mattina il presidente dell’associazione  Gennaro Barbato, coadiuvato da volontari e guide esperte accompagneranno gratuitamente i visitatori alla scoperta dei sentieri attraversati dagli schiavi ribelli.
«Invito tutti a partecipare a questa escursione in uno dei sentieri più affascinanti del Somma-Vesuvio» dice Barbato « dopo circa un chilometro, raggiungeremo il rifugio di Spartaco. Qui il visitatore rimane incantato nell’ammirare l’intreccio della natura con la storia. Un’occasione da non perdere!» Durante l’escursione sarà possibile osservare le caratteristiche geologiche e naturalistiche dei luoghi e  riscoprire attraverso i racconti delle guide, la vita che si svolgeva nelle ville rustiche romane che un tempo popolavano queste alture ma travolte dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. , la stessa che seppellì Pompei e Ercolano.
L’appuntamento con la storia di Spartaco e non solo, è per domenica 26 novembre alle ore 9.30 a Ottaviano, presso lo chalet Valle Verde. Si consiglia abbigliamento da trekking. Al termine del tour è previsto un rinfresco con assaggi di prodotti tipici locali e vino Lacryma Christi del Vesuvio, offerto dalla cantina Fiore Romano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA