Pompei, torneo di calcio contro la camorra: in campo poliziotti, carabinieri e magistrati antimafia

Domenica 24 Aprile 2022 di Susy Malafronte
Pompei, torneo di calcio contro la camorra: in campo poliziotti, carabinieri e magistrati antimafia

Contro la camorra parte il torneo della legalità, di calcetto a 5, che coinvolgerà centinaia di minori a rischio delle città di Pompei e Napoli. In campo scenderanno poliziotti, carabinieri, magistrati e procuratori della Dda. Il torneo, che impegnerà i ragazzi con lo sport e la pizza, è stato organizzato da don Luigi Merola e si svolgerà presso la fondazione A' voce d'è creature. Inizierà il 27 aprile e continuerà per tutta l'estate così, con le scuole chiuse, i minori saranno impegnati e lontani dalla strada, per tutto il giorno, e avranno come punti di riferimento poliziotti, carabinieri e magistrati antimafia.

«Il mio amico Biagio Chiariello, comandante della polizia locale di Arzano che da un mese vive sotto scorta, è in fondazione per dare inizio al torneo della legalità che prenderà il via il 27 aprile e che coinvolgerà scuole, oratori e tanti ragazzi», ha spiegato don Merola. «Se togliamo i minori dalla strada la camorra sarà senza esercito. Stiamo lavorando per un torneo di calcetto a 5 che coinvolgerà tutti i minori della città di Pompei e Napoli. Saranno più di 100. Teniamo impegnati i nostri ragazzi, salviamoli dalla strada, nessuno nasce delinquente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche