Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lodi, 22enne ferma il treno con il freno d'emergenza e lancia sassi sulle auto in A1: ferita anche deputata della Lega Claudia Gobbato

Venerdì 12 Agosto 2022
Autostrada, ferma il treno con il freno d'emergenza e lancia sassi sulle auto in A1: arrestato 22enne

Ha fermato il treno con il freno d'emergenza e poi, sceso dal convoglio, ha iniziato a tirare sassi alle auto che percorrevano l'autostrada A1, colpendo 30 vetture e ferendo tre persone, tra cui la deputata leghista Claudia Gobbato

È accaduto questa mattina, 12 agosto, intorno alle ore 9 nel tratto di autostrada tra Lodi e Casalpusterlengo dove un 22enne egiziano residente a Milano è stato fermato, in evidente stato di alterazione, e condotto in questura. L'autostrada era stata chiusa alle 9:30 ed è stata riaperta alle 11. Non si registrano feriti gravi. Il 22enne è accusato di attentato alla sicurezza dei trasporti, interruzione di pubblico servizio , resistenza a pubblico ufficiale.  

 

Tira il freno sul treno, poi lancia sassi alle auto sull'A1

Il 22enne si trovava a bordo del treno ad alta velocità  Reggio Calabria - Milano quando ha tirato il freno d'emergenza. Dopo aver fermato il convoglio è sceso ed ha cominciato a percorrere la strada che costeggia l'autostrada A1  e a lanciare sassi contro le auto: il bilancio è di una trentina di veicoli colpiti, tre le persone rimaste ferite, fortunatamente in modo non serio. Immediato l'intervento degli agenti di polizia della questura di Lodi che lo hanno fermato con il teser.  Dopo essere stato portato in un centro di igiene mentale di Codogno, ora si trova in una cella sicurezza della questura di Lodi dove resterà fino alla direttissima di domani mattina. 

Ferita deputata della Lega 

Tra i feriti c'è anche la deputata della Lega Claudia Gobbato. «Questa mattina, mentre portavamo i bambini per qualche giorno al mare, imboccata l'A1 a Lodi, dopo qualche chilometro, un pazzo, straniero e totalmente fuori controllo, ha iniziato a lanciare pietre sulle auto in transito, tra le quali la nostra. A parte qualche lieve ferita e tanto spavento, ce la siamo cavata e fortunatamente i bambini stanno bene» ha scritto su Facebook la deputata. «Ringrazio la polizia che è riuscita a bloccare questo delinquente, con l'aiuto del taser, che per qualcuno era inutile e invece anche oggi grazie a questo strumento e all'abilità delle nostre forze dell'ordine, probabilmente si è salvata qualche vita», conclude la parlamentare.

Il 22enne è residente a Milano ed ha precedenti penali 

Dai primi riscontri il 22enne è residente i provincia di Milano e ha un solo precedente per furto. È ora piantonato vista l'instabilità mostrata: è stato immobilizzato con il taser e portato via sotto scorta in ambulanza. Solo per pura casualità non si registrano feriti gravi o vittime. Dopo l'episodio, avvenuto intorno alle 9.30, si sono registrati pesanti disagi al traffico che sta tornando lentamente alla normalità. Sul posto sono intervenute una trentina le persone controllate dai soccorritori, 6 carri attrezzi e 2 squadre di viabilità, oltre al personale di coordinamento di Autostrade per l'Italia. 

Il procuratore: gesto di una persona alterata 

Sono tre i reati che verranno contestati al 22enne che stamattina si è reso responsabile di lancio di oggetti in A1: attentato alla sicurezza dei trasporti, interruzione di pubblico servizio , resistenza a pubblico ufficiale. L'uomo verrà processato per direttissima   domani mattina. Secondo il procuratore della Repubblica Domenico Chiaro, il suo è stato il «gesto di una persona alterata e solo con ulteriori approfondimenti se ne potrà sapere di più». Secondo il procuratore della Repubblica Domenico Chiaro, il suo è stato il «gesto di una persona alterata e solo con ulteriori approfondimenti se ne potrà sapere di più». 

Ultimo aggiornamento: 21:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA