Esplosione Milano, testimone: passavo in auto, onda d'urto mi ha spostato di un metro

Sabato 12 Settembre 2020
Esplosione Milano, testimone: passavo in auto, onda d'urto mi ha spostato di un metro

«L'onda d'urto mi ha spostato di un metro», racconta un testimone che passava in auto in piazzale Libia a Milano quando c'è stata l'esplosione nel palazzo (6 feriti, tra cui uno in gravi condizioni).

«Mi ero svegliata da pochi minuti e stavo per versare il caffè, per il botto mi sono spaventata così tanto che mi è scappata dalle mani la caffettiera», racconta all'ANSA Maddalena, una studentessa che abita in uno dei palazzi di fronte che affacciano sulla grande piazza, ora completamente occupata da mezzi dei soccorsi, da residenti e curiosi.

«Sono uscito subito sul balcone, mi hanno colpito molto quei secondi di silenzio subito dopo il boato - ricorda il condomino di un palazzo adiacente - Poi sono iniziate le urla e poco dopo le prime sirene. Da lontano ho visto un ragazzo messo male, credo fosse quello che poi è stato ricoverato e che ora è grave».

 

Milano, esplosione in palazzo: 6 feriti, uno grave. Coinvolti tre piani, ipotesi fuga gas

Violenta esplosione a , in una palazzina della zona di Porta Romana. Sei i feriti, uno è grave. Coinvolti i primi tre piani, ipotesi fuga di gas. I soccorsi sono scattati quando un fortissimo boato ha fatto tremare i palazzi in zona Sud intorno alle 7 di questa mattina.


A confermare le condizioni dell'uomo è il condomino del secondo piano che è scappato in strada come gli altri. «Sono stato svegliato dall'esplosione e subito dopo ho sentito precipitare l'ascensore - racconta - Ho preso le scale e sono arrivato al piano terra, c'erano un po' di fiamme e detriti, lì ho visto il ragazzo ferito. Aveva ustioni dappertutto».

 
Video

Ultimo aggiornamento: 11:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA