Roma, fermato il pirata della strada: aveva investito un uomo e ucciso il suo cane

Mercoledì 23 Giugno 2021
Roma, fermato il pirata della strada che ha ucciso un cane e investito un uomo, poi salvato da tre controllori

Fermato il pirata della strada che ieri mattina ha investito un uomo sulla Nomentana, non distante da piazza Sempione, e ucciso il suo cane. È stato individuato da una pattuglia della Polizia Locale di Roma Capitale. Si tratta di un cittadino di nazionalità italiana di 42 anni, N. F., fermato durante un controllo questa mattina in via Nomentana.

Pirata della strada, le ricerche

Sono state le indagini condotte dagli agenti del III Gruppo Nomentano, dirette dal dott. Maurizio Sozi, a permettere di individuare il mezzo che ieri mattina, dopo aver investito un uomo di 69 anni, si è allontanato senza prestare soccorso. Gli agenti hanno lavorato fino a tarda notte per visionare le immagini, acquisite nell’area dell’incidente e lungo le varie strade che circondano la zona e che potevano essere state percorse dal mezzo. Dagli elementi raccolti i caschi bianchi sono arrivati al riconoscimento dell’autocarro. Le indagini sono scattate questa mattina, in una zona non distante dal luogo dell’incidente, dove una delle pattuglie in servizio di controllo, ha avvistato un furgone Volkswagen Crafter, in sosta, che riportava danni compatibili con l’investimento di ieri.

Il 42enne è stato accompagnato presso uffici del III Gruppo Nomentano della Polizia Locale dove sono in corso ulteriori accertamenti. Il mezzo e stato posto sotto sequestro e la patente ritirata . Il responsabile è stato denunciato per fuga e omissione di soccorso.

Roma, uomo sgozzato a piazzale Appio: sul posto ritrovato il coltello

Cosa era successo

Poco dopo le sette di martedì 22 giugno, tre verificatori dell'Atac appena scesi dal bus sul quale stavano effettuando i controlli dei titoli di viaggio, all'altezza di via Val d'Ossola, hanno soccorso un uomo di circa sessant'anni che era stato travolto da un furgone assieme al suo cane. L'uomo era riverso pancia in giù, mentre il guidatore del veicolo si allontanava dal luogo dell'incidente senza prestare soccorso.

Roma, incendio in un appartamento in via De Cesare: evacuato l'intero palazzo

L'intervento dei controllori dell'Atac

Contattato il 118, una dei tre controllori, istruttrice di primo soccorso per un'associazione di volontariato, è intervenuta con il massaggio cardiaco verificata l'assenza di battito sulla vittima. Gli altri due colleghi si sono messi a disposizione per consentire a Federica di operare al meglio e mantenendo il contatto telefonico con gli operatori del 118. Dopo circa dieci minuti di manovre l'uomo è tornato a respirare. All'arrivo dell'ambulanza è stato intubato sul posto e trasferito in ospedale. La moglie dell'uomo, accorsa dall'abitazione poco distante dal luogo dell'accaduto, ha ringraziato tra le lacrime i tre verificatori. La vicenda è raccontata sulla pagina Facebook di Atac dove si legge anche: «Grazie infinite Federica, Alessandra e Aldo».

Ultimo aggiornamento: 13:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA