Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, profanata la lapide di Alfredino Rampi: disegnate undici svastiche

Lunedì 30 Maggio 2022 di Lorena Loiacono
Roma, profanata la lapide di Alfredino Rampi: disegnate undici svastiche

È stata profanata la lapide di Alfredino Rampi. È accaduto qualche giorno fa al cimitero Verano di Roma dove il bambino, rimasto  vittima di un terribile incidente a Vermicino circa 40 anni fa, riposa vicino al fratello morto pochi anni fa. 


La storia di Alfredino Rampi è tristemente nota a tutta Italia: 41 anni fa cadde in un pozzo da cui nessuno riuscì a tirarlo fuori vivo. Ed oggi lo scempio, proprio a pochi giorni dall'anniversario della tragica morte, avvenuta il 10 giugno del 1981: la notizia della profanazione è arrivata dal Tg regione del Lazio con le immagini della lapide di Alfredino imbrattata da 11 svastiche e da ingiurie di ogni tipo. 

L'atto vandalico deve essere avvenuto nei giorni scorsi perché chi ha lanciato l'allarme è sicuro che domenica 22 maggio quelle scritte non c'erano. Ma l'atto vandalico non ferma il ricordo e la braccio dell'intera città in memoria di Alfredino: la settimana  scorsa è stato inaugurato un bellissimo murales con il suo volto a Garbatella, in via Rocco Cesinale.

Tra gli altri anche il sindaco di Roma Roberto Gualtieri ha espresso il suo sdegno dal proprio account twitter:

Ultimo aggiornamento: 31 Maggio, 07:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA