Pescara, maxi truffa dei carburanti: scattano 56 denunce

Mercoledì 5 Agosto 2020
Pescara, maxi truffa dei carburanti: scattano 56 denunce
La Guardia di Finanza di Pescara ha scoperto una sofisticata frode all'Iva nel settore del commercio di
carburanti, perpetrata attraverso false fatturazioni per 82 milioni di euro, mediante la quale due imprese di distribuzione pescaresi hanno evaso Iva per 18 milioni di euro, riuscendo così a praticare al
pubblico prezzi altamente concorrenziali rispetto ai competitors della zona.

All'esito sono state individuate 29 società cartiere, denunciati 56 soggetti e ricostruito il patrimonio illecitamente accumulato dai soggetti, con esecuzione di sequestri per 16,7 milioni di euro, pari al profitto dell'evasione accertata. I dettagli dell'operazione saranno illustrati in conferenza stampa. Ultimo aggiornamento: 09:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA