Agente ispeziona un'auto e gli sparano alla testa: è in stato di morte cerebrale

Agente ispeziona un'auto e gli sparano alla testa: è in stato di morte cerebrale
1
  • 46
Un agente della polizia di Liegi, in Belgio, è in stato di morte cerebrale, dopo che, durante un controllo su un'auto ferma in strada, gli hanno sparato alla testa. Il poliziotto, di 33 anni, si trovava in Rue de Visé, nel quartiere di Jupille, quando, intorno alle 8:20 della mattina di lunedì 9 settembre, insieme a un collega si è avvicinato a un'automobile sospetta dopo aver ricevuto una segnalazione da parte di un residente. 

All'interno dell'abitacolo dell'auto c'era un uomo che sembrava dormire, ma quando i due poliziotti si sono avvicinati per procedere al controllo, l'uomo ha afferrato la pistola che aveva con sè e ha sparato alla testa all'agente adesso ricoverato in condizione disperate. L'altro poliziotto ha poi colpito a morte l'aggressore con l'arma di servizio. L'uomo, un 30enne originario della cittadina del Belgio orientale, non era sconosciuto alle forze dell'ordine del luogo: era già stato arrestato più volte per reati legati all'uso e al traffico di droga



 
Lunedì 9 Settembre 2019, 13:24 - Ultimo aggiornamento: 09-09-2019 15:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-09-09 15:00:55
come al solito nonostente della segnalazione si saranno avvicinati vicino alla'auto come " turisti" senza autodifesa, ovvero pistola già in pugno con il colpo in canna . precauzione e tutto ciò che preve il regolamento che anche se alcune cose non le prevede io le prevedo a modo mio.

QUICKMAP