Regina Elisabetta, Lady Diana e Meghan Markle le spine nel fianco (a cui ha saputo resistere)

Regina Elisabetta, Lady Diana e Meghan Markle le spine nel fianco (a cui ha saputo resistere)
di Veronica Cursi
Giovedì 8 Settembre 2022, 19:48 - Ultimo agg. 9 Settembre, 09:30
4 Minuti di Lettura

Nei 70 anni di regno di Elisabetta due donne sono state le uniche vere spine nel fianco della regina: Lady Diana e Meghan Markle. Hanno messo in discussione la Corona, spifferato segreti e abbattuto tradizioni secolari. Ma hanno scelto due strategie opposte a cui la regina, in un modo o nell'altro, ha sempre saputo resistere. 

Harry, rinnovato l'affitto a Frogmore Cottage (ma Meghan non ci vuole più stare)

La principessa del popolo

Diana, tradita già sull’altare, aveva vent’anni quando entrò a Kensigton Palace. Era stata scelta dalla Regina perché ingenua e di buona famiglia. Quello che Elisabetta non aveva messo in conto, fu la popolarità che Lady D acquistò in tutto il mondo quando si rese conto che essere se stesse era la strada migliore. E allora raccontò di quel «matrimonio troppo affollato» nella intervista alla BBC del 1995 che ancora è considerata lo scoop del secolo in Inghilterra. Dopo il divorzio, disperata e depressa, Diana decise di dichiarare guerra ai Windsor, diventando la Principessa del popolo». Lo fece camminando in un campo minato, abbracciando malati di aids, diventando un'icona di stile copiata dalle donne di tutto il mondo. Cercò e trovò l’empatia del popolo. 

L'americana "traditrice"

Meghan Markle, no. La simpatia dei sudditi non l'ha mai conquistata. Americana, spavalda, si è sposata a 37 anni dopo un divorzio. È afroamericana, è un attrice di serie tv, viene da una famiglia del popolo che l'ha sbattuta nelle prime pagine dei giornali di serie B raccontando fatti privati e descrivendola come una arrampicatrice.  Meghan ha scardinato la monarchia nel modo opposto a quello di Diana. Non c’è mai entrata. Ha portato via Harry, il nipote prediletto di Elisabetta, dalla sua famiglia e dal suo ruolo. Ha creato un marchio, una sede di rappresentanza  in un villone a Santa Barbara, un contratto da 150 milioni di dollari con Netflix. Della ostilità della Regina e della cognata Kate, se ne disinteressa.

 

Non sarebbero state amiche

Chissà sa sarebbero andate d'accordo le due ribelli di casa Windsor: secondo Tina Brown, una vecchia amica della principessa Diana, Lady D non sarebbe stata così entusiasta di Meghan Markle.«Non credo che Diana sarebbe stata una grande fan di Meghan, nonostante quel che lei stessa possa pensare», ha affermato Brown in occasione dei 25 anni dalla morte di Diana. «Certo, sarebbe stata entusiasta di sapere suo figlio  così felice, e senza dubbio avrebbe accolto e supportato sua nuora. Ma credo anche che avrebbe notato in Meghan una certa volontà di manipolare Harry, di portarlo in una direzione che non è quella giusta per un principe».

Già in passato la giornalista e scrittrice aveva fatto simili considerazioni relativamente alla duchessa di Sussex, sottolineando come tutti, nella famiglia reale, fossero rimasti «scossi e profondamente sconcertati» dalla Megxit, e quanto ancora si domandino cosa sia realmente successo per portare a tale deterioramento dei rapporti con i Sussex.

«Per loro è tutto molto doloroso», ha detto Brown. «Ancora soffrono per l’intervista rilasciata a Oprah Winfrey e temono il libro in uscita di Harry. Hanno come l’impressione che Harry voglia continuare la guerra di Diana a suo padre Carlo. È una situazione destabilizzante per tutti».

Per tutti, ma soprattutto per William, il fratello che Harry fino a non molti anni fa definiva «l’unica persona su cui possa contare al mondo da quando ho perso mia madre». Oggi i rapporti tra loro sono pari a zero. E la regina di questo ci ha sofferto molto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA