Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Russia, gruppo di hacker rovina la festa nazionale della “Den' Rossii”

Mercoledì 29 Giugno 2022 di Mattia Ronsisvalle
Russia, gruppo di hacker rovina la festa nazionale della “Den' Rossii”

Domenica 12 giugno, durante la celebrazione per la «Giornata della Russia», un gruppo di pirati informatici hanno hackerato i più importanti canali televisivi della Russia che trasmettono via satellite all'estero.

Nessuna immagine di Vladimir Putin o della Federazione russa. Lo scorso 12 giugno in occasione della Giornata della Russia un gruppo di hacker ha deciso di rovinare la festa a una parte della popolazione russa. Chi si aspettava di vedere filmati e interventi propagandistici da parte dei portavoce del Cremlino si è ritrovato davanti ai propri occhi video che denunciavano cosa stesse realmente succedendo in Ucraina. Come riporta il giornalista e scrittore russo Andrei Shipilov «l’attacco informatico ha colpito diversi canali televisivi, tra cui Channel One, Rossya e Ntv». Sul canale Rossya (Russia in italiano, ndr.) è stato trasmesso un video in cui veniva rivelato il quadro economico russo. Nel filmato si è parlato di «crollo completo dell'economia domestica», del calo delle esportazioni di gas, dell’aumento dei prezzi al consumo di beni e servizi nel mercato dei consumatori e della scomparsa di molti prodotti e alimenti dagli scaffali dei negozi, con un aumento generale dei prezzi.

Il file trasmesso in onda su Channel One si «concentrava» sulle forze armate, svelando l’esercito russo in realtà aveva perso più di 30mila uomini dall’inizio del conflitto e che alcuni generali e funzionari militari erano corrotti, tanto da rubare allo stesso esercito russo fondi destinati alle milizie. Allo stesso tempo, Ntv ha mandato in onda un video in cui definiva la Russia un «Paese di vedove e con un esercito povero» e una «Russia sull'orlo del baratro e senza futuro». Ma ciò che è diventato virale è stato il fermoimmagine di una foto - con tanto di fascia nera da lutto - del premier Putin. Tutto mentre veniva trasmesso sullo sfondo un ballo di artisti con indosso l’uniforme della polizia russa.

Le reazioni agli attacchi hacker? I cittadini russi più devoti al Cremlino non l’hanno presa benissimo e tra questa figura anche il Roskomnadzor, il Servizio federale russo che controlla i mezzi di comunicazione, che ha dato il via a un’indagine per rintracciare gli hacker – sembra un ossimoro dato che i pirati informatici non sono così facili da trovare. In Ucraina alcuni video sono ancora oggi virali.

La Giornata della Russia

Conosciuta in russo come la «Den’ Rossii», la Giornata della Russia è una ricorrenza che si celebra dal 1992 ogni 12 giugno dell’anno. Per l’occasione si tengono parate militari, discorsi e spettacoli pirotecnici. La festa nazionale della Federazione russa è un appuntamento che celebra l'adozione della Dichiarazione di sovranità statale della Repubblica socialista federativa sovietica russa avvenuta nel dodicesimo giorno di giugno. La dichiarazione fu firmata da allora Presidente del Soviet Supremo Boris Yeltsin, una delle figure politiche russe più note dell'epoca, che nel giugno del 1990, appunto, dichiaró la sovranità della Russia. Ancora oggi per molti russi questa festa rappresenta l'indipendenza della Russia e non la sovranità del paese stesso.

Video

Ultimo aggiornamento: 30 Giugno, 08:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA