Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ucraina, la Russia attacca Kiev con gli hacker: cosa sta succedendo

Venerdì 18 Febbraio 2022
Ucraina, la Russia attacca Kiev con gli hacker: cosa sta succedendo

Martedì, diversi funzionari ucraini hanno diffuso la notizia che il loro Paese era sotto attacco informatico. Il servizio statale ucraino per "la comunicazione speciale e la protezione delle informazioni" ha affermato che quattro principali siti web, due relativi all'esercito e due delle più grandi banche del Paese, sono stati messi fuori servizio da hacker che li hanno inondati di traffico web.

 

 

Nel frattempo, la polizia informatica del Paese ha annunciato un altro attacco: i cellulari degli ucraini sono stati inondati di messaggi di testo in cui si spiegava che i bancomat non funzionavano. Non era chiaro se gli sportelli automatici fossero effettivamente disabilitati. Non vi è alcuna indicazione che i conti bancari di qualcuno siano stati interessati e la maggior parte dei sistemi è stata ripristinata entro poche ore. Ma l'ucraino medio probabilmente ha recepito il messaggio, ha affermato John Hultquist, vicepresidente dell'intelligence sulle minacce presso la società di sicurezza informatica Mandiant. "Si tratta di minare la fiducia nelle istituzioni in Ucraina", ha affermato. "Fai dubitare alla gente che i servizi finanziari siano sicuri, che i tuoi soldi siano al sicuro."

Da novembre, la Russia ha ammassato circa 130.000 soldati lungo i suoi confini con l'Ucraina, creando uno stallo lungo mesi e avvertenze continue che un conflitto armato è possibile, se non probabile. Sebbene quella tensione non si sia trasformata in una guerra totale, l'Ucraina è stata ripetutamente oggetto di attacchi informatici. Sebbene la Russia abbia negato la responsabilità, esperti di sicurezza informatica e funzionari occidentali, affermano che ci sono poche possibilità che ci sia qualcun altro dietro di loro, data l'attuale attività militare di Mosca e la sua lunga storia di azioni simili nei confronti di Kiev.

Il conflitto armato nella regione è iniziato nel 2014 quando la Russia ha invaso e annesso la penisola di Crimea e ha iniziato a sostenere le regioni separatiste di Luhansk e Donetsk, provocando 14.000 morti. Una nuova ondata di operazioni informatiche è iniziata il 13 gennaio, quando i computer in Ucraina hanno iniziato a mostrare i segni della prima seria campagna di hacking. I pc di dozzine di organizzazioni ucraine, inclusi gruppi senza scopo di lucro, società di tecnologia dell'informazione e oltre 70 siti Web governativi, sono stati infettati da dei ransomware. Mentre gli hacker di ransomware criminali chiedono alle vittime di pagare una chiave per rendere nuovamente utilizzabili i loro computer, tuttavia, un'analisi di Microsoft ha rilevato che il programma è stato scritto in modo che non vi fosse alcuna chiave di ripristino. Il ransomware era solo un pretesto per distruggere i computer ucraini e il ministero degli Affari esteri del Paese ha annunciato di sospettare che la Russia fosse responsabile.

Ultimo aggiornamento: 21:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA