Venduto alla nascita, a 17 anni ritrova i genitori biologici ma loro lo rifiutano: «Non puoi sconvolgerci la vita»

Giovedì 20 Gennaio 2022 di Marta Ferraro
Un adolescente che era stato venduto alla nascita viene rifiutato ancora una volta dai genitori biologici "Non puoi sconvolgerci la vita"

In Cina un adolescente che era stato venduto appena nato, dopo aver finalmente trovato i suoi genitori biologici ha il cuore spezzato, poiché i due lo hanno rifiutato per la seconda volta, come scrive il South China Morning Post.

Liu Xuezhou, uno studente di 17 anni della provincia di Hebei, ha incontrato i suoi genitori lo scorso dicembre, ma poco dopo gli è stato detto che non desideravano mantenere contatti con lui.

Il giovane è nato nel 2005 ed è stato venduto ai genitori adottivi tramite un intermediario. Lo amavano, ma dopo un incidente è rimasto orfano all'età di quattro anni. Successivamente i nonni adottivi lo hanno accolto e poi ha vissuto con altri parenti.
Liu ha raccontato che i suoi genitori biologici gli hanno detto che non lo avrebbero accolto perché dopo averlo venduto hanno divorziato, e ora ognuno di loro ha una nuova famiglia. Inoltre, gli hanno chiesto di stare lontano perché con la sua presenza potrebbe turbare le loro vite e inoltre non sono disposti a sostenerlo finanziariamente.

Video

Nel corso degli anni, il giovane ha svolto diversi lavori saltuari e beneficia anche di un assegno governativo per gli orfani.

All'inizio di dicembre, spinto da storie di ricongiungimenti familiari, l'adolescente ha postato la sua storia sui social per carcare i suoi genitori. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA