Reddito di cittadinanza, come funzionano sito e card

Reddito di cittadinanza, ecco l'iter per ottenerlo dalla domanda alla disponibilità al lavoro
ARTICOLI CORRELATI
15
  • 6293
Dall'avvio del sito in versione informativa, alla presentazione della domanda, fino all'ottenimento della Card Rdc con sopra gli importi del reddito di cittadinanza. Ecco il percorso a tappe che scandirà il calendario per la partenza del reddito di cittadinanza.



- 4 FEBBRAIO, IL SITO: È attivo il sito sul reddito di cittadinanza. All'indirizzo redditodicittadinanza.gov.it, sono disponibili tutte le informazioni dettagliate su cos'è il beneficio, i requisiti necessari per richiederlo e cosa bisogna fare per ottenerlo: presentare la domanda, ritirare la carte, sottoscrivere i patti per il lavoro e l'inclusione sociale. Una sezione ad hoc è dedicata anche agli incentivi alle imprese che assumono i beneficiari.

- FEBBRAIO, LA DOCUMENTAZIONE: Per chi ritiene di poter presentare la domanda del reddito di cittadinanza è il mese in cui bisogna mettere a punto la documentazione. È necessario procurarsi il proprio Isee, che è l'indicatore della ricchezza patrimoniale di una famiglia e che non dovrà superare i 9.360 euro (ma questo è solo uno dei criteri, che guardano anche al reddito familiare e al possesso di alcuni beni e acquisti). Per la richiesta bisogna rivolgersi ad un Caf. Per chi poi desidera presentare la domanda direttamente dal sito, senza rivolgersi alle Poste, è necessario essere in possesso dello Spid, cioè la password che consente l'accesso a tutti i servizi della pubblica amministrazione introdotta nella precedente legislatura.

- 6 MARZO, IL RDC-DAY: È il giorno in cui cominceranno ad essere accettate le domande, sia sul sito sia alle poste sia presso un Caf (ma la convenzione non c'è ancora).

- INIZIO APRILE: Il ministero invia le domande all'Inps che in pochi giorni dovrà verificare i requisiti e comunicherà l'eventuale accoglimento con una e-mail o con un Sms. La comunicazione arriverà anche alle poste che, in un tempo stimato in circa 10 giorni, comunicherà la data dell'appuntamento nella quale ci si dovrà presentare ad uno specifico ufficio postale per ritirare la Card.

- FINE APRILE: Si stima che le prime domande avranno la disponibilità del reddito di cittadinanza sulla Card entro la fine del mese di aprile.

- APRILE-MAGGIO: Entro 30 giorni dalla mail o sms dell'Inps che conferma l'accoglimento della domanda tutti i componenti della famiglia considerati adatti al lavoro (da 18 ai 65 anni se non studiano e non sono disabili) devono rivolgersi ad un Centro per l'Impiego o ad un patronato convenzionato con l'Anpal per firmare la «Did», la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro.

- 6 MAGGIO: A partire dal 6 di ogni mese si ricomincia. Le domande presentate saranno poi raccolte alla fine del mese e dopo l'iter di verifica consentiranno di ricevere il reddito alla fine del mese successivo.

- DA AGOSTO-SETTEMBRE: È previsto dopo l'estate l'arrivo dei primi tutor - i 'navigator'. Saranno loro a guidare chi ha chiesto il reddito di cittadinanza alla ricerca di un nuovo lavoro o all'attivazione di un percorso di formazione.
Domenica 3 Febbraio 2019, 15:42 - Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio, 16:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2019-02-04 13:03:26
Il reddito di cittadinanza è fatto male ma fatto velocemente: in Italia manca un sistema welfare vero, le 5 stalle cadenti con questo reddito, del quale non beneficerò, ha messo solo una toppa per fare contenti gli elettori ma altrove ci saranno solo buchi e lo vedremo quando i costi di cose e servizi saliranno per tutti. Il M5s solo le intenzioni ha di buono, ma intenzioni! Ed hanno mosso un po’ le acque ai piani alti della politica e ci voleva pure ma col loro modo di far politica e con i loro metodi (cfr. Critica della democrazia digitale di Fabio Chiusi e eventi politici) i loro rimedi saranno peggiori del male. Se vogliono fare bene, invece di essere casinisti, giustizialisti, racconta frottole per sviare e prendere consensi fino al delirio invece di essere 5 stalle, perché stelle non lo sono più purtroppo, farebbero meglio ad essere dignitosamente 5 stelle cadenti. E lo dice uno, io, che sempre sarò dal lato dei più deboli.
2019-02-04 12:48:10
Il reddito di cittadinanza è fatto male ma fatto presto, ce ne accorgeremo tutti senza distinzione quando saliranno costi di servizi ed altro: manca un vero sistema welfare, hanno solo messo una toppa, altrove faranno acqua e saranno solo 5 stalle cadenti (però apprezzo davvero le buone intenzioni perché bisogna aiutare chi non può viviate e lo dico io che non ne beneficerò - M5s solo le intenzioni, per ora, hanno buone, hanno mosso le acque politiche e ci voleva ma ora basta sono stelle cadenti e i loro rimedi saranno peggiori dei mali)
2019-02-04 10:44:53
LETTERA APERTA AL MINISTRO DI MAIO #2 Grazie per la risposta! ma mi avete scritto quello che io gia' ne sono al corrente! La cosa che non mi sembra affatto giusta! e che il reddito non e' della persona che vi scrive! ma é della persona che per esigneze ospita il disoccupato con famiglia! che fa reddito zero! Mi farebbe piacere capire con quale criterio é stata emanata questa legge! MI ripeto basterebbe verificare c/o ll'ufficio di collocamento per verificare la vera situazione lavorativa della famiglia disagiata che viene ospitata! In attesa di una Vostra ulteriore risposta porgo Distinti Saluti! UN CITTADINO ITALIANO
2019-02-04 09:45:43
Ma primabdi fare tutto sto macello non potevano passare al setaccio tutte le attività lavorative? Fabbriche ,cantieri , studi di professionisti(avvocati , commercialisti ,dentisti, architetti) negozi e far venire alla luce tutti i lavoratori in nero? Poi regolarizzate queste posizioni avrebbero dovuto mettere mano al reddito di cittadinanza
2019-02-03 22:18:06
LETTERA APERTA AL MINISTRO DI MAIO #2. Se un tizio è disoccupato, ma ha risorse economiche superiori al limite di legge, non può avere il RDC; come potrebbe, ugualmente, ricevere le stesse 3 proposte di lavoro come il disoccupato "povero" ?

QUICKMAP