Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Omicron o raffreddore? I sintomi che rivelano se hai la variante (anche per chi è vaccinato)

Lunedì 2 Maggio 2022
Omicron o raffreddore? I sintomi che rivelano se hai la variante (anche per chi è vaccinato)

Omicron o raffreddore? Come distinguere se si è affetti da Covid o solo influenzati? Una nuova ricerca potrebbe fornire una risposta all'interrogativo. Andando distinguere i principali sintomi che differenziano le due potenziali infezioni.

Green pass, per viaggiare serve ancora? Le nuove regole per gli spostamenti in Italia e in Europa

 

Omicron o raffreddore? I sintomi

Una ricerca norvegese ha identificato in che modo Omicron colpisce i vaccinati, a seguito di uno studio durante il quale sono stati monitorati 111 ospiti su 117 che hanno partecipato a una festa il 26 novembre 2021. C'è stato un focolaio di Omicron a quel party e l'89% dei partecipanti aveva ricevuto due dosi di vaccino. Tra gli intervistati, 66 avevano casi confermati di Covid-19 e 15 sono stati catalogati come potenziali casi.

 

 

 

Lo studio

I risultati pubblicati sulla rivista di malattie infettive ed epidemiologia Eurosurveillance hanno rivelato che c'erano otto sintomi principali sperimentati dal gruppo di partecipanti alla festa completamente vaccinati. Questi includevano tosse, naso che cola, mal di gola, affaticamento, mal di testa, dolore muscolare, starnuti e dolore. I più comuni erano tosse, affaticamento e naso che cola, starnuti e febbre i meno segnalati. La nausea è anche un sintomo della variante Omicron, nelle persone vaccinate, secondo gli esperti di salute pubblica.

 

L'importanza dei vaccini

Come suggerisce la ricerca le vaccinazioni proteggono dai rischi più gravi del coronavirus: è ancora possibile contrarre il Covid, pur avendo avuto sia la prima dose che i richiami, ma le conseguenze sono meno gravi La vaccinazione rende anche più probabile che i sintomi siano lievi, quindi può essere difficile distinguere tra coronavirus e un comune raffreddore. Secondo il professor Tim Spector, dall'app Zore Symptom Study, circa il 50 per cento dei «nuovi raffreddori attualmente sono, in effetti, Covid». I due sintomi che potrebbero segnalare un segnale di allarme precoce di Omicron sono affaticamento e vertigini/svenimento.

 

 

Ultimo aggiornamento: 3 Maggio, 06:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA