Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

La maturità (quasi) normale. Tornano gli scritti. E il Covid. Prima prova in 27.319 classi

Mercoledì 22 Giugno 2022 di Lorena Loiacono
La maturità (quasi) normale. Tornano gli scritti. E il Covid. Prima prova in 27.319 classi

Si parte, oggi per quasi 540mila studenti iniziano i tanto temuti esami di maturità. La campanella suona per tutti alle 8:30 e darà il via allo scritto di italiano, domani ci sarà invece la prova di indirizzo. Ed è questa la fase più attesa: dopo i due anni di stop imposti dal Covid, infatti, per i maturandi tornano le due prove scritte da cui poi, con un passaggio di ammissione, si accede al colloquio.

Con lo scritto di italiano tornano quindi tutte quelle ansie e quelle paure legate all'autore piu temuto, all'argomento di attualità più complesso da affrontare davanti alla commissione o alla ricorrenza storica che non si è riusciti a ripassare durante l'anno. Nelle ultime settimane infatti il toto-tema ha tenuto banco online e non solo, i candidati sembrano aver puntato tutto su Verga, Pascoli, Guerra in Ucraina e Marcia su Roma. Ma, scommesse a parte, ora si fa sul serio. Questa mattina alle 8:30 arriveranno i plichi dal ministero dell'istruzione e le scuole li stamperanno per poi distribuirli agli studenti. Sono oltre 522mila i candidati interni che si presenteranno in aula con il vocabolario, a cui si aggiungono circa 16mila privatisti. 

 

Le classi interessate dagli esami di Stato sono 27.319 in tutta Italia. Di ogni commissione - formata di norma da due classi - faranno parte 6 docenti tutti interni alla classe, a cui si aggiunge un membro esterno: il presidente di commissione. Sullo svolgimento delle prove incombe però, il Covid: i contagi stanno tornando a salire - ma tra i banchi non ci sarà obbligo di mascherina - e accadrà quindi, come sta già accadendo, che tra docenti e studenti ci siano dei positivi. 

C'è già un'allerta contagi: solo a Roma e provincia si registrano già 800 casi tra i commissari d'esame. Sicuramente sarà necessario utilizzare le prove suppletive per gli scritti, 6-7 luglio, e rivedere i calendari per gli orali fino a fine luglio.

Ultimo aggiornamento: 08:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA