CORONAVIRUS

Coronavirus, scuole del Lazio: test su 120mila tra prof e bidelli

Mercoledì 22 Luglio 2020 di Francesco Pacifico
Anche il personale scolastico sarà sottoposto a test sierologici

Fase 3 per i test sierologici nel Lazio. Dopo avere usato questo strumento di ricognizione e di prevenzione per la categorie più a contatto con il pubblico (medici, infermieri e forze dell'ordine) e nei luoghi dove potevano formarsi dei focolai di contagio, la giunta regionale è pronta a estendere ad altri mondi, iniziando dal personale scolastico, le analisi per scoprire se si è entrati in contatto con il virus o meno.

Coronavirus, nel Lazio nuova impennata di contagi: 16 nelle ultime 24 ore e 2 morti

Soltanto su questo fronte sono circa 120mila le persone interessate tra docenti, bidelli e amministrativi in tutto il Lazio. Nelle scorse settimane le associazioni dei genitori avevano chiesto di coinvolgere nello screening anche gli studenti.
 

Qualcosa in più si capirà oggi, quando il governatore Nicola Zingaretti e l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato, annunceranno le nuove misure. Ma faranno anche il bilancio dello screening in tutta la regione. A oggi sono stati effettuati quasi 200mila dei 300mila test annunciati, dei quali oltre 115.000 hanno riguardato operatori sanitari e forze dell’ordine.

In media è stata rilevata, ha spiegato D'Amato, «una circolazione del virus pari al 2,3 per cento e di individuare 407 positivi al tampone asintomatici». Quarantamila invece si sono rivolti a centri privati.

Ultimo aggiornamento: 17:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA