Roma, la sindaca Raggi: «Mai chiesto l'appoggio di Zingaretti per le elezioni»

Domenica 16 Agosto 2020

Non avrebbe chiesto l'appoggio di Nicola Zigaretti. A ribardirlo, durante un'intervista al Tg3, la sindaca di Roma Virginia Raggi. La risposta della prima cittadina è arrivata in seguito alle osservazioni secondo cui nonostante il Governatore della Regione avesse detto chiuso le porte a una trattativa tra il Partito democratico e il Movimento 5 Stelle in vista delle prossime amministrative, si cercherà comunque un punto d'incontro. 

M5S cambia pelle: ok a Raggi, «alleanze e ricandidature libere». Il Pd apre

«Io non ho mai chiesto l'appoggio di Zingaretti ha ribadito la sindaca - L'M5s ha aperto la strada su molte cose. Si parla di sostenibilità ambientale, si tagliano i vitalizi. Si è iniziato un percorso e in molti adesso ci vengono dietro. Forse sono loro che ci stanno imitando». Quindi le motivazioni dietro la ricandidatutra: «Dare continuità al lavoro fatto. Si è iniziata un'attività importante per il risanamento dei conti che significa trovare i soldi e spendere ogni centesimo per i servizi della città. La continuità deve rimanere, noi vogliamo continuare a dar voce alle periferie. Avevamo parlato con i vertici del Movimento e la volontà di proseguire era palese».
 


Virginia Raggi ha poi respinto le ipotesi di scissione all'interno del Movimento: «Siamo compatti. Ci sono state le votazioni e andremo avanti insieme. Il resto sono polemiche ferragostane che non interessano a nessuno». Quindi l'appello alla cittadinanza: «L'M5s ha sempre detto di voler aggregare tutte le forze civiche e i cittadini che si riconoscono dentro un progetto. Per me è così. Roma ha una solida tradizione antifascista e democratica. Stiamo rilanciando la città e per me tutti coloro che amano Roma e vogliono proseguire in questo solco devono poter partecipare al rilancio».
 

Ultimo aggiornamento: 11:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA