Amalfitana senza pace:
un'altra frana a Erchie e stop auto

Sabato 11 Dicembre 2021 di Mario Amodio
Amalfitana senza pace: un'altra frana a Erchie e stop auto

Costiera Amalfitana off limits ancora a causa di una frana. E seppur di proporzioni decisamente inferiori a quelle di sabato scorso, in via precauzionale è stata ordinata la chiusura della statale 163. L'ennesimo smottamento si è verificato giovedì sera poco prima di Erchie, caratteristico borgo tra Cetara e Maiori. Qui, a causa della pioggia incessante, sono rotolati al centro della carreggiata alcuni massi, senza causare danni o conseguenze gravi agli automobilisti.

Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco del distaccamento di Maiori e i carabinieri della compagnia di Amalfi che dopo un consulto con l'Anas, ente proprietario della principale arteria che collega i comuni della fascia costiera, hanno provveduto a interrompere la circolazione stradale. E così da ieri notte la statale 163 è interrotta al km 42,900 nel comune di Maiori a causa dell'ennesima frana staccatasi in seguito al maltempo. La zona è stata interdetta al transito attraverso l'apposizione di new jersey collocati già in nottata alle estremità dell'area interessata dal crollo e dove già nella giornata di ieri sono iniziati i lavori di bonifica con la rimozione della vegetazione e degli arbusti in precario stato di equilibrio.

La strada, stando a quanto si apprende, potrebbe restare chiusa almeno per quattro giorni. A definire con certezza i tempi saranno gli esperti una volta avviati gli interventi. Intanto ieri è stata eseguita la verifica da parte dei tecnici dell'Anas e del Comune di Maiori al termine della quale si è deciso di procedere con l'intervento dei rocciatori per la messa in sicurezza del costone interessato dal crollo. «L'operazione dovrebbe durare dai tre ai quattro giorni ma è da mettere in conto che le condizioni meteo previste per i prossimi giorni, potrebbero rallentare le operazioni di messa in sicurezza - fa sapere il sindaco Antonio Capone - L'unica nota positiva è che anche stavolta nessuno si è fatto male, ma dobbiamo essere consapevoli che eventi del genere non solo non sono prevedibili ma puntualmente si verificano con condizioni meteo avverse».

Video

La chiusura della statale amalfitana è l'ennesima mannaia per un territorio provato dal dissesto idrogeologico e che puntualmente fa i conti con la tenuta delle montagne che fiancheggiano la principale arteria di collegamento. L'ennesimo stop alla circolazione stradale sta generando non pochi disagi a studenti e pendolari, frenando al contempo i flussi turistici weekend e la corsa agli acquisti pre natalizi delle popolazioni residenti. Infatti per raggiungere Salerno bisognerà obbligatoriamente percorrere la provinciale Chiunzi-Maiori o la Ravello-Tramonti. Percorsi obbligati, questi, anche per chi proviene dal comune capoluogo. Intanto la Sita, in seguito all'evento franoso di giovedì sera, ha rimodulato i propri orari dirottando i propri automezzi, sia diretti che provenienti da Napoli e Salerno sulla provinciale 2 del Valico di Chiunzi. Tramontata per ora l'ipotesi di attivazione in via straordinaria delle vie del mare considerata la nuova allerta meteo che annuncia vento forte e mareggiate durante il week-end. 

L'ennesima frana, giunge a distanza di meno di una settimana da quella di notevoli proporzioni venuta giù dopo la pioggia torrenziale di sabato scorso. Era da poco passata l'una quando dalla montagna che sovrasta la sede stradale vennero giù almeno due blocchi di roccia che frantumarono in più parti appena caduti sull'asfalto e solo per miracolo non causarono danni. Infatti l'impatto con il suolo avvenne mentre la strada era completamente sgombra da mezzi in transito. Così come accaduto anche la scorsa sera a Erchie. E, in quell'occasione, i pochi automobilisti che si trovarono a transitare a quell'ora di notte, riuscirono a passare nell'esiguo corridoio formatosi tra i blocchi di roccia e la cunetta lato mare. Lì ormai da una settimana vige il senso di marcia alternato regolato da impianti semaforici per effetto del restringimento della carreggiata. Per la frana di Erchie che tiene chiusa la statale è prevista una riunione tecnica in prefettura a Salerno nel corso della quale saranno definiti i necessari interventi. 

Ultimo aggiornamento: 14:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA