Figli contesi tra genitori,
a Natale è boom di querele

di Viviana De Vita

0
  • 147
SALERNO - Bambini con la valigia, contesi da genitori che “rivendicano” il diritto di trascorrere le festività con loro: è il difficile Natale dei figli di coppie separate a far registrare un aumento di circa il 30% delle querele per l’inosservanza dei provvedimenti relativi all’affidamento. A lanciare l’allarme alla vigilia delle festività più attese dell’anno, è l’avvocato matrimonialista Marianna Grimaldi, segretario della sezione Ami di Salerno la quale, dati alla mano, afferma che «ogni anno nel periodo compreso tra il 23 dicembre ed il 6 gennaio a Salerno si registra un aumento esponenziale, pari al 30%, di querele e denunce nei confronti del genitore presso cui i figli risiedono stabilmente». «Nonostante la presenza di un provvedimento che disciplini le festività – spiega l’avvocato Grimaldi – non sempre i papà e le mamme riescono ad accordarsi per consentire ai figli minori di trascorrere serenamente le festività con entrambi i genitori. Troppe volte il genitore con cui convive il minore, quasi sempre la madre, impedisce all’altro di trascorrere il Natale o la vigilia con il figlioletto, magari inventando un malessere del figlio decidendo così in modo arbitrario, e nonostante un provvedimento firmato dal giudice, che i minori, durante le feste, starebbero meglio con la famiglia con cui vivono stabilmente». 
Domenica 23 Dicembre 2018, 06:30 - Ultimo aggiornamento: 23-12-2018 08:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP