Coronavirus a Salerno, altri due contagiati
nel focolaio del Carmine: sono marito e moglie

Mercoledì 22 Luglio 2020

Altri due casi di coronavirus sono emersi oggi a Salerno. Si tratta di due coniugi che abitano tra i quartieri di Pastena e Torrione. Nell'intera provincia di Salerno sono stati eseguiti o processati 470 tamponi: di questi, 238 sono stati eseguiti all'ospedale Ruggi d'Aragona di Salerno, dai quali sono emersi i due nuovi casi positivi, e 240 sono stati processati al laboratorio di Eboli, risultati tutti risultati. 
 


Più a sud, il sindaco di Pisciotta, Ettore Liguori, ha adottato un'ordinanza con la quale si stabilisce «l'utilizzo obbligatorio e cautelativo delle mascherine anche in tutte le aree all'aperto, oltre che, come già stabilito, negli ambienti chiusi». La decisione è stata presa alla luce dei tre casi positivi al coronavirus emersi nella giornata di ieri a Pisciotta, oltre al caso di una donna già ricoverata in ospedale.

Nella giornata di oggi sono stati eseguiti nuovi tamponi, «tutti collegati - spiega il sindaco - a una stessa, unica area di contagio e alle identiche relazioni familiari e ambientali che originano esclusivamente dal soggiorno in località Vecchia Stazione di un nucleo familiare proveniente da Salerno, nucleo familiare già da giorni trasferitosi e in isolamento nella città di Salerno».  

Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 08:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA