Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Muore in ospedale, la famiglia
denuncia il furto di oggetti in oro

Venerdì 25 Febbraio 2022 di Nicola Sorrentino
Muore in ospedale, la famiglia denuncia il furto di oggetti in oro

Rubano oro ad una paziente morta. Nuovo episodio denunciato ai carabinieri di Nocera Inferiore, per quanto accaduto ad una donna residente a Roccapiemonte, deceduta all'Umberto settimane fa. La paziente era ricoverata dalla fine di dicembre.

Il decesso si è registrato nei primi giorni di febbraio. La donna, 75enne, aveva girato vari reparti, dopo un primo ingresso in pronto soccorso per la frattura del femore. Poi era finita in Ortopedia per un intervento.

Nel giro di reparti e trasferimenti, il figlio, che aveva accompagnato la madre, non aveva però avuto indietro i suoi effetti personali. Un nuovo trasferimento in Chirurgia, poi, era stato l'ultimo atto prima del decesso, in ragione di complicazioni sopraggiunte poi. La donna era stata sottoposta anche ad intervento per colecisti. Ai familiari, tuttavia, erano stati consegnati solo il telefono cellulare della donna, i vestiti con i quali era entrata in ospedale e la protesi dentale. Nessuna traccia della catena d'oro che la paziente indossava al collo, con una medaglia in oro e fede agganciata, sempre in oro. Sopra era trascritta la data del matrimonio della donna. Non sono stati restituiti nemmeno degli orecchini, sempre in oro. Il figlio ha spiegato ai carabinieri di non aver potuto assistere - per le regole Covid - la madre, dopo la frattura al femore. L'8 febbraio la donna era deceduta nel reparto di Terapie intensive, ma all'uomo avevano consegnato solo gli indumenti personali, la protesi e il telefonino. Da qui la denuncia ai carabinieri, per gli oggetti in oro non trovati e appartenenti alla donna. L'episodio non resta isolato: nei mesi scorsi, carabinieri e polizia avevano raccolto diverse denunce di familiari di pazienti che non avevano trovato più oggetti personali, specie preziosi, dopo il ricovero dei propri cari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA