Pagani, 500 chili di carne non tracciata
sequestrati in una macelleria

Sabato 12 Giugno 2021 di Nicola Sorrentino
Pagani, 500 chili di carne non tracciata sequestrati in una macelleria

Un maxi sequestro di carne è stato eseguito dai carabinieri della Forestale ieri in un esercizio commerciale specializzato nella vendita del piatto tipico napoletano "O pere e' o musso". Il provvedimento è stato eseguito dai militari della stazione di Cava, in collaborazione con personale dell'Asl di Salerno, in una rivendita di frattaglie di carni a Pagani, a seguito di una segnalazione su presunte irregolarità in campo ambientale ed agroalimentare. Nel corso dell'ispezione, secondo la tabella merceologica, nella produzione di "piedi e muselli" e rumine di bovini, carabinieri e personale sanitario avrebbero accertato l'assenza di documentazione che potesse comprovare la tracciabilità delle carni e quindi la sicurezza alimentare delle stesse, nonchè la carenza di documentazione sanitaria relativa alla struttura nelle quali le carni venivano lavorate.

Dopo i controlli, i carabinieri hanno chiuso il negozio e sequestrato circa 500 chili di carne conservati nella struttura commerciale. A finire sequestrata anche la vasca di raccolta delle acque di lavaggio delle carni. Il responsabile è stato denunciato a piede libero per violazioni delle norme sullo smaltimento dei reflui della lavorazione. L'informativa di reato è stata poi trasmessa alla Procura di Nocera Inferiore. Le indagini proseguiranno, ora, per accertare la provenienza della carne e dare fondamento all'ipotesi di smaltimento irregolare dei reflui. A Sant'Egidio del Monte Albino, invece, sono stati trovati 150 chili di alimenti di vario genere in cattivo stato di conservazione, presso un negozio di cibi cotti. I carabinieri del Nas di Salerno hanno eseguito una verifica igienico sanitaria in un ristorante, trovando grandi quantità di prodotti congelati e mal conservati. Il locale era anche aperto, nonostante un precedente provvedimento di sospensione. Ora la nuova comunicazione al Comune di Sant'Egidio del Monte Albino, per il medesimo provvedimento. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento