La Circum riparte dopo le proteste:
«Un miracolo, torna tutto alla normalità»

Sabato 13 Novembre 2021 di Nicola Sposato
La Circum riparte dopo le proteste: «Un miracolo, torna tutto alla normalità»

Dal 15 novembre sarà ripristinata la linea della Circumvesuviana da Torre Annunziata a Poggiomarino, soppressa a causa della protesta dei capistazione. L’annuncio dell’Ente autonomo volturno (Eav), guidato dall’amministratore Umberto De Gregorio, stabilisce infatti, «che vista la riapertura del dialogo tra le parti, le modifiche in vigore dal 6 novembre saranno revocate». La notizia pubblicata sulla pagina social dell’Eav ha suscitato numerosi like e il plauso degli utenti che hanno sottolineato «il miracolo». L’annuncio arriva a poche ore dalla levata di scudi di Fratelli d’Italia, che con il sindaco Cristoforo Salvati ha dapprima diffidato l’Eav a ripristinare il servizio, minacciando azioni legali per interruzioni di pubblico servizio, e poi ha incontrato a palazzo Mayer sindaci e amministratori dei comuni interessati: il sindaco di Poggiomarino Maurizio Falanga e l’assessore Ciro Cascone, delegato dal sindaco di Pompei Carmine Lo Sapio. Assente, ma in pieno accordo, il primo cittadino di Boscoreale Antonio Diplomatico

Video

Dalla riunione è arrivata la richiesta di un incontro ad horas con i vertici di Eav. I sindaci non arretrano. Salvati è soddisfatto ma l’emergenza rimane: «Il ripristino delle corse dal 15 novembre è un passo indietro dell’azienda che ha preso atto dell’errore pressata dalle proteste di noi sindaci. Abbiamo chiamato in causa anche la Regione Campania affinché intervenga, per quanto di competenza. Una cosa è certa: dobbiamo tutelare i diritti dei nostri cittadini e dei nostri viaggiatori per un servizio indispensabile». Il plauso alla decisione arriva anche dal consigliere regionale Nunzio Carpentieri, esponente di Fratelli d’Italia. «Dal 15 novembre tutto tornerà alla normalità – annuncia l’esponente di Sant’Egidio. L’azienda è tornata sui suoi passi dopo la levata di scudi dei sindaci. Ho condiviso la denuncia sollecitando un intervento urgente da parte delle Istituzioni regionali. Restano sul tappeto tutte le emergenze di una mobilità regionale che continua a presentare numerose e gravi criticità». 

Ultimo aggiornamento: 13:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA