Rocco Scotellaro interpretato
dai ragazzi dei «cerei Alburni»

Sabato 14 Agosto 2021 di Margherita Siani
Rocco Scotellaro interpretato dai ragazzi dei «cerei Alburni»

I ragazzi leggono passi di Rocco Scotellaro nel luogo della sua formazione, Sicignano degli Alburni, interpretando le sue opere letterarie ma anche i suoi valori politici. È il recital di poesie e canti dedicato ad una icona del meridionalismo e della lotta contadina, tenuto nell'area dell'ex Seminario.

«Sotto il cielo stellato a foglia a foglia» è stato un omaggio ad uomo illustre del '900 che ha studiato come convittore, nel 1935, presso il Convento sicignanese dei Padri Cappuccini, oggi in disuso. Il recital, preparato e guidato dalla professoressa Francesca Troisi, cultrice ed appassionata di Scotellaro, ha coinvolto i ragazzi che hanno saputo interpretare brillantemente le opere di Scotellaro, che agli Alburni e al quel convento, già a 12 anni, dedicó un suo scritto, ricordato anche con una targa apposta alcuni anni fa all'ingresso del municipio. Una serata di magia e di introspezione che sarà riproposta il prossimo anno scolastico presso il liceo classico di Eboli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA