Vacanza da sogno in Madagascar,
il tour operator sparisce nel nulla

di Nicola Sorrentino

4
  • 483
Pagano per i biglietti di un aereo che li avrebbe portati in Madagascar, per festeggiare il Capodanno, ma vengono truffati da un finto tour operator a dieci giorni dalla partenza. È successo a sette persone, che hanno versato circa 15mila euro ad un uomo che aveva promosso attraverso i social una vacanza nell’ isola dell’oceano indiano. Ora è stato denunciato per truffa ai carabinieri, con querela sporta dall’avvocato di Nocera Inferiore, Francesco Vicidomini, su mandato di una delle sette persone raggirate. Il presunto agente, cui si erano rivolte le vittime, viveva da qualche anno in Madagascar. Tra i pacchetti vacanza che avrebbe venduto a diverse agenzie in Italia, tra le quali una in provincia di Salerno, c’era pure quella scelta dal gruppo. Lo scorso ottobre gli interessati, alcuni residenti in Sicilia e al Nord Italia, oltre che a Nocera Inferiore, erano partite con il pagamento dei primi bonifici. Circa duemila euro a partecipante, con soldi versati su un conto indicato dal presunto agente. Agli inizi del mese di dicembre, i sette avevano saldato la propria quota su un conto localizzato in una filiale di Milano. Tutte le coordinate per il pagamento erano state indicate dallo stesso uomo, attraverso una email. Da qui in poi, si sarebbero registrati i primi problemi. 

Nei mesi di ottobre, novembre e fino alla metà dicembre, il finto operatore turistico aveva più volte rassicurato il gruppo sull’acquisto dei biglietti aerei, fornendo consigli su come festeggiare l’ultimo giorno dell’anno e descrivendo le attrazioni dell’isola e le escursioni da effettuare. Con tanto di foto dei luoghi. In una fase successiva, inviò un documento che avrebbe provato l’acquisto dei biglietti. A metà novembre, per sedare le pressioni di alcuni del gruppo, inviò i biglietti della tratta Catania-Roma in coincidenza della tratta del volo intercontinentale. Un volo che i sette non faranno mai. Infatti, il 19 dicembre, l’uomo spiegò di aver abbandonato il Madagascar per un incidente subito da un suo cliente e che, rientrato in Italia, avrebbe restituito i soldi a tutti i ragazzi coinvolti nella storia. 
Domenica 17 Marzo 2019, 06:40 - Ultimo aggiornamento: 18 Marzo, 21:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-03-17 20:42:21
Abbiamo piu volte denunciato queste situazioni alle autorita semza ricevere alcuna risposta. Sono state informate autorita locali e regionali : nessuno fa nulla. Il consiglio e di non comprare viaggi se non in agenzia che abbia la licenza, le assicurazioni di rsponsabilita civile e aderisco o al fondo di garanzia. Inoltre richiedete di avere 8nformazioni sul direttore tecnico che in molteagenzie non e presente. Questi sono i requisiti minimi oer evitare di cadere in trappole e truffe
2019-03-17 09:56:10
Ma è mai possibile cascare in trappole simili. Ed i responsabili continuano a vivere da nababbi scoperti soltanto da trasmissioni tipo "Striscia la Notizia" ma non dagli Organi di Controllo?
2019-03-17 09:04:09
Turista fai da te? No Andetour? Ahi ahi ahi
2019-03-17 09:00:04
Nella rete cadono i pesci , sia in mare che sul web : sveglia !

QUICKMAP