Vaccini contro Omicron, quando parte la campagna in Italia? Ecco chi deve farli e come sarà organizzata

Vaccini contro le varianti, al via la campagna in Italia: tutte le date, chi deve farlo e dove
Vaccini contro le varianti, al via la campagna in Italia: tutte le date, chi deve farlo e dove
Venerdì 2 Settembre 2022, 11:52 - Ultimo agg. 5 Settembre, 08:02
3 Minuti di Lettura

Dovrebbe partire già a metà settembre la nuova campagna vaccinale per la quarta dose con i vaccini adattati contro le varianti (Omicron) del Covid. L'Ema - Agenzia europea del farmaco - ha dato l'ok ieri, 1 settembre ai nuovi vaccini bivalenti di Pfizer e Moderna adattati per la variante Omicron 1 per gli over 12. L'invio delle prime dosi da parte delle aziende agli stati membri è atteso entro 10 giorni. Ecco tutte le tappe della campagna vaccinale. 

 

Campagna vaccinale contro le varianti, il calendario

In Italia si attende il via libera di Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) ai vaccini approvati da Ema per il 5 settembre. Poi la campagna vaccinale ingranerà la marcia da metà settembre, le prime dosi dovrebbero essere riservate a over 60 e fragili (sarà una circolare ad indicare le categorie che hanno priorità). 

La campagna vaccinale sarà gestita a livello centrale dall’Unità per il completamento campagna vaccinale a Palazzo Chigi guidata dal generale Tommaso Petroni, mentre a livello locale sarà organizzata dalle Regioni. In generale, è possibile che si punti meno sui grandi hub e più alle strutture di prossimità come le farmacie

Da piano vaccini a riforma pensioni, che succede dopo le elezioni?

Che vaccini saranno disponibili? 

A metà settembre i vaccini a disposizione per la campagna vaccinale per la quarta dose saranno quelli vaccini adattati contro le varianti per Omicron 1 approvati da Ema. Successivamente, già da ottobre dovrebbero essere disponibili anche quelli adattati contro le varianti Omicron 4 e Omicron 5, che son al momento in attesa di approvazione a parte dell'Agenzia europea. L'ok degli enti di controllo potrebbe arrivare già a fine mese e i medicinali sarebbero disponibili già a ottobre. Inoltre, rimarranno a disposizione anche i vaccini "contro il ceppo originario del virus di Wuhan" per chi non ha ancora fatto la prima dose, in caso decidesse di cambiare idea e immunizzarsi. 

I nuovi vaccini bivalenti aggiornati contro Omicron, come funzionano e quali sono gli effetti collaterali

Bassetti: «Obiettivo quarta dose oltre il 30%»

«L'ok dell'Ema ai vaccini aggiornati a Omicron deve dare un nuovo impulso alle immunizzazioni. Abbiamo ora un vaccino che ha metà del virus originale e metà di Omicron 1, quindi ci aiuterà nella risposta anche di tutte le altre varianti Omicron» ha dichiarato Matteo Bassetti, direttore Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova «Ma intanto le persone anziane e fragili devono fare la dose di richiamo con questo vaccino aggiornato, spero si vada bel oltre il 30% di chi ha fatto oggi la quarta dose. Dobbiamo fare attenzione perché l'aumento dei contagi ci sarà e quindi dobbiamo arrivare ad avere sistemi immunitari capaci di difendersi bene dalle varianti che circoleranno in autunno, Centaurus e Omicron 4 e 5». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA