Spazio d'arte, cafè e bistrot: inaugurato il nuovo Flanagan's al Vomero

Spazio d'arte, cafè e bistrot: inaugurato il nuovo Flanagan's al Vomero
di Emanuela Sorrentino
Venerdì 9 Settembre 2022, 10:00 - Ultimo agg. 16:59
3 Minuti di Lettura

Tre amici, uno chef argentino, una squadra di mixologist affiatata e di talento e un programma di musica live ed eventi artistici tutti da scoprire: a Napoli arriva il nuovo Flanagan’s Rooms, al civico 31 di via Morghen, a due passi dalla funicolare centrale di piazza Fuga. Il cocktail bar del Vomero, emanazione dello storico Flanagan’s di via Poerio a Chiaia ha spazi più ampi e si pone come accogliente luogo di incontro e condivisione, cafè e bistrot adatto ad una clientela di diverse fasce d’età come confermano i tre soci Stefano Auletta, Giovanni De Giovanni e Giovanni Fenderico (i cui baffi hanno ispirato il logo dei due Flanagan's). «Una nostra scommessa nata poco prima della Pandemia almeno come idea progettuale che ora abbiamo portato a termine – spiega Auletta -. L’idea è essere un punto di riferimento in un’ampia fascia oraria per un pubblico diverso che ci sceglie per aperitivo o dopocena». «E prossimamente – aggiunge De Giovanni – anche dall’ora del brunch. Una volta a settimana avremo poi musica live, e i nostri spazi accoglieranno mostre artistiche e reading. Insomma un contenitore culturale da riempire anche in base alle sollecitazioni che arriveranno da amici e clienti».

Il cocktail bar con bottiglie a vista resta ovviamente il cuore pulsante del locale la cui ristrutturazione è stata curata dall’architetto Stefania Piscopo. «La cocktail list presenta grandi classici nazionali e internazionali, signature cocktails, spirits premium, preparazioni home made, una linea low alcol e proposte che cambiano periodicamente, frutto di una costante ricerca – precisa Fenderico -. E poi abbiamo la parte dedicata al food che unisce tradizione e novità dall’Italia e dal mondo con incursioni americane e giapponesi nate dall’estro del nostro chef argentino».

 

Nella serata inaugurale proprio per sottolineare la vocazione artistica della location alle pareti con le fotografie di Mario Laporta co-founder dell’agenzia fotografica Controluce, e collaboratore per Reuters e Agence France Presse. La mostra dal titolo “Vulcani, la potenza dei vulcani” è curata da Kromia di Donatella Saccani. La compagnia Funa, il collettivo indipendente che unisce danza contemporanea, danza aerea e verticale, teatro fisico e teatro-danza, si è esibita in una azione site-specific itinerante negli spazi del locale. Musica a cura dei dei Vox Inside con selezione musicale a cura di Andrea Selo.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA