Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ucraina, il regista di animazioni Lyskov: «Disegno la fine di Putin con artisti ucraini e non solo»

Mercoledì 23 Marzo 2022
Ucraina, il regista di animazioni Lyskov: «Disegno la fine di Putin con artisti ucraini e non solo»

In Ucraina, il noto animatore Nikita Lyskov ha lanciato una sfida agli artisti di tutto il mondo: disegnare la sconfitta di Vladimir Putin e della Russia. Il suo appello è stato seguito da molti disegnatore ucraini e ha visto il coinvolgimento  anche di artisti provenienti dal mondo intero.

Tutto è iniziato sul profilo telegram «Animation» dell'artista: Nikita Lyskov ha avuto l'idea di avviare un flash mob di cortometraggi sulla sconfitta di Putin. Ha esortato, a tutti coloro che fossero in grado, a disegnare una breve vignetta di massimo dieci secondi su come potrebbe essere la fine del capo del Cremlino.
Il primo cortometraggio è stato proprio dell'artista: nel breve video appare un razzo che atterra proprio nella testa di Putin con il sangue che sgorga dai suoi occhi. Sebbene i video siano brevi, sono molto espressivi, anzi, alcuni sono ritenuti anche violenti, soprattutto quelli degli artisti ucraini che utilizzano spesso uno stile «splatter» seppur reso comico dalla scelta dello stile del disegno.

«Volevo esprimere - spiega l'artista al sito Ukrinform.ua - tutta la mia rabbia che mi divorava da dentro attraverso la creatività. Non potevo fisicamente abbattere nessuno con un razzo così ho fatto il primo video il secondo giorno di guerra. Poi ho realizzato un video con i dipinti di Primachenko. Quella storia mi ha procurato un dolore incredibile...»

Nikita sottolinea: «Quando ha postato su Instagram il primo cartone animato con un razzo nella testa di Putler, è stato subito rimosso. E letteralmente dieci giorni dopo, Facebook ha deciso che tutti potessero commentare su Putin e sull'aggressione russa, disegnando qualsiasi cosa».

Secondo Ukrinform.ua, più di cento artisti hanno già aderito al movimento e sono pervenute circa centocinquanta opere

«E questo è solo l'inizio - puntualizza Lyskov - La maggior parte dei nastri provengono dall'Ucraina. Ma le opere provengono anche da Canada, Brasile, Cina, Ungheria, Polonia, Moldavia, Estonia e altre paesi».
Tuttavia, le vignette più interessanti sulla morte di Putin sono ancora di creazione ucraina. 

Video

Ma Nikita è sicuro che questo progetto abbia un buon futuro in Europa e che verrà mostrato ovunque sarà richiesto: «Sono appena stato informato che dalla Polonia vogliono che invii tutte le opere degli artisti: vogliono mostrarle sugli schermi di una delle gallerie d'arte. Un buon segno per l'arte e contro la guerra. Penso che ora si siano aperte molte opportunità di emergere per gli artisti ucraini».

Chi è Nikita Lyskov?

Nikita Lyskov è una regista di film d'animazione di Dnipro. Nel 2012 si è laureato presso l'Università nazionale di teatro, cinema e televisione Ivan Karpenko-Kary Kyiv.  
L'opera più famosa del regista è il cortometraggio «Deep love», che ha realizzato con il sostegno del Cinema di Stato nel 2019. Il film d'animazione ha partecipato a più di 80 festival cinematografici internazionali e ha vinto 24 prestigiosi premi nazionali e internazionali. Secondo l'autore, il film di 14 minuti parla della sua città natale. I suoi lavori sono considerati penetranti, inaspettati, assurdi, affini al «black humor» e di qualità.

Ultimo aggiornamento: 21:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA