Al Bano: «I miei fan mi vogliono. Non mi ritirerò, anzi andrò in tour»

Al Bano
«È vero, volevo ritirarmi alla fine di quest’anno, ma la reazione dei miei fans dopo l’annuncio di un anno fa mi ha indotto a cambiare idea. Vogliono che continui a cantare e io continuerò a farlo. Non voglio più ritirarmi». In un’intervista rilasciata al direttore del TgNorba Enzo Magistà, in onda stasera alle 21.15 su Telenorba, Al Bano annuncia definitivamente che continuerà a cantare in pubblico anche nel 2019. Il cantante di Cellino San Marco è appena tornato da una mini tournée tra Cina e Russia e sta per partire di nuovo: andrà in Lituania, in Corea, in Germania e in Polonia, dove terrà anche il concerto della notte di Capodanno, a Zakopane. «Ma ho già tanti concerti in agenda in tutto il mondo anche per il 2019», dice Al Bano. «I problemi di salute - ha aggiunto - mi avevano indotto a immaginare di cambiare la mia vita, ma ho ritrovato forza ed entusiasmo. Oggi a smettere non ci penso proprio».

Continuerà a cantare - ha detto durante l’intervista - da solo e con Romina, anche in Puglia se qualcuno li inviterà. «Finora non è accaduto semplicemente perché nessuno ci ha invitato a farlo», ha aggiunto il cantante. Al Bano ha parlato anche di politica. «Chi è meglio tra Salvini e Di Maio? La svolta che ha dato Salvini mi è piaciuta. Prima la Lega era contro il sud», ha detto il cantante. «Salvini mi sta sembrando quello più attivo». E a proposito di Puglia, non è mancato un riferimento al problema della xylella, vista anche l’attività agricola di Al Bano. «Ma la scienza c’è o non c’è? In passato tutti i contadini avevano l’ascia e tagliavano le parti secche e la xylella non c’era, gli alberi erano tutti verdi». 
Venerdì 16 Novembre 2018, 15:14 - Ultimo aggiornamento: 16-11-2018 15:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP