CORONAVIRUS

Coronavirus, Netflix, manifesti in strada con gli spoiler delle serie tv: «Così imparate a rimanere a casa»

Sabato 28 Marzo 2020 di Francesco Padoa

Cosa spaventa più di qualsiasi altra cosa le persone al giorno d’oggi? Gli spoiler, ovviamente. E due ragazzi tailandesi che studiano in Germania potrebbero aver trovato il modo di utilizzare la più grande paura del ventunesimo secolo per far rimanere le persone a casa in questo periodo di isolamento forzato. In questi giorni infatti si sta diffondendo sui social la notizia che Netflix sta usando dei cartelloni pubblicitari, con spoiler sulle ultime stagioni dei suoi show, per combattere il coronavirus

LEGGI ANCHE Coronavirus. Fedez-Codacons, scontro sulla raccolta fondi: «Qualcuno li fermi», «Non ha capito»

Si tratta di una falsa campagna pubblicitaria creata da Seine Kongruangkit e Matithorn Prachuabmoh Chaimoungkalo. Conosciuti con il nome Brave, il primo è al quarto anno della Miami Ad School Europe ad Amburgo, in Germania, mentre il secondo è un neolaureato. Tutto è iniziato quando i due sono tornati a casa in Thailandia. Qui hanno notato che il governo non stava comunicando effettivamente i pericoli della pandemia. Stando a quanto riportato da Forbes, infatti, i due studenti avrebbero pensato di tappezzare la metro di Amburgo con cartelloni spoilerosi tratti da alcuni show originali Netflix.

Chaimoungkalo ha spiegato a Forbes: «Abbiamo deciso di aiutare facendo quello che sappiamo fare meglio, inventando delle idee creative. Il modo migliore per fermare la diffusione del Covid-19 è #staythefuckhome, ma alcune persone pensano ancora che sia giusto uscire e rilassarsi, creando problemi a tutti noi. Quindi abbiamo preso una misura estrema: dando spoiler sui loro programmi Netflix preferiti. Sapevamo che era una bella idea fin dall’inizio e che avrebbe dovuto essere presentata diversamente, ma il nostro obiettivo era quello di creare immediatamente una comunicazione che potesse davvero effettuare un cambiamento».

Quindi, non è Netflix stia rovinando i suoi spettacoli. Se hai visto foto di cartelloni pubblicitari le ultime stagioni di Stranger Things o Love Is Blind, le pubblicità non sono reali, anche se lo sono gli spoiler. La campagna è stata lanciata online giovedì 26 marzo e da allora è diventata virale in tutto il mondo. In molti credono che sia vera così come i cartelloni, che sono stati creati invece digitalmente. Alla fine questa iniziativa si trasforma anche in una campagna pubblicitaria a favore di Netflix (che ha rifiutato la proposta dei due studenti) e delle sue serie tv, anche se non ce ne sarebbe bisogno: da quando in tutto il mondo è cominciato il lockdown con milioni di persone costrette a casa, le azioni di Netflix sono aumentate del 17%.
 

Ultimo aggiornamento: 16:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA