Rivoluzione azzurra:
il Napoli femminile cambia volto

Sabato 17 Luglio 2021 di Diego Scarpitti
Sofia Colombo

Rivoluzione azzurra. Grandi novità in casa Napoli femminile. Imperversa il mercato, in vista dell’inizio della serie A, previsto nell’ultima domenica di agosto (29), esattamente ad una settimana di distanza dal torneo dei più celebri colleghi. Confermate capitan Paola Di Marino, Eleonora Goldoni, l’attacante greca Deppy Chatzinikolau, così come la bulgara Evdokija Popadinova.

 

Tra i pali, al posto della colombiana Catalina Perez, la spagnola Yolanda Aguirre Gutierrez (1998), già vicecampionessa europea under 19 nel 2016. Canadese di passaporto italiano, invece, Kelly Chiavaro (1996). A completare il reparto dei portieri Liliana Merolla (2005), titolare della Primavera allenata da Pasquale Illiano, approdata ai playoff nella scorsa stagione.

Ritroverà il tecnico toscano all’ombra del Vesuvio Arianna Acuti (1996), attaccante esterna, cresciuta nel Siena e proveniete dall’Empoli. Analoga sorte toccherà alla statunitense Emily Garnier, difensore centrale (1996). Tre arrivi dalla Capitale. Terzino destro, la slovena Kaja Erzen (1994) ha giocato nel Tavagnacco e trascorso l’ultimo biennio alla Roma, allenata da Betty Bavagnoli. In giallorosso ha vinto la Coppa Italia 2021. In prestito la centrocampista Emma Severini (2003), vincitrice degli ultimi due scudetti Primavera e la romana e romanista Heden Corrado (2002), difensore centrale, che ha alzato la Coppa Italia e messo in bacheca il penultimo tricolore di categoria.

Sbarcano a Napoli la centrocampista ex Florentia, Francesca Imprezzabile (2001), che in precedenza ha vestito la maglia del Sassuolo; dal Cesena il talento Maddalena Porcarelli (2000), grande protagonista nel passato campionato cadetto. Jesina e trequartista con il vizio del gol. Dalla Pink Bari ecco il laterale sinistro Ilaria Capitanelli (2002).

Dopo aver maturato esperienze con Verona e Mozzanica/Atalanta, in prestito dall’Inter la centrocampista bergamasca Sofia Colombo (2001). Dalla Juventus, altro prestito, la piemontese Martina Toniolo (2001), terzino sinistro, ex Empoli. Sponda Madrid CFF, Sara Gonzalez Rodriguez, iberica di Tui (1989), e il rinforzo difensivo camerunense Marie Aurelle Awona (1993). Per entrambe le fasce la svedese Sejde Abrahamsson (1998).

«Ci siamo mossi con intenzioni precise, ovvero comporre un giusto mix tra calciatrici esperte ed elementi di prospettiva. Abbiamo puntato su straniere importanti e la meglio gioventù del campionato italiano, perché siamo convinti che ci sono tanti talenti nostrani che a Napoli troveranno la dimensione adatta per esplodere», spiega fiducioso il direttore generale Nicola Crisano. «Vorremmo chiudere il mercato con alcune operazioni, così da innalzare ulteriormente il livello. Stiamo provando a portare in azzurro Alice Benoit, che in Francia ha fatto faville nel Soyaux e sarebbe perfetta per la nostra mediana. Due sogni nel cassetto: l’islandese Elin Jensen, che segna in pratica un gol a partita, e riportare in Italia quel fenomeno di Tatiana Bonetti», auspica Crisano. Tra il 25 ed il 26 luglio raduno a Casamarciano e visite mediche per le ragazze di mister Pistolesi. Dal 30 a Rivisondoli fino al 13 agosto. In programma le amichevoli con Chieti e Pescara.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA