Gevi battuta da Trento e dal Covid,
Sacripanti: «Condizionati dagli eventi»

Domenica 19 Dicembre 2021 di Stefano Prestisimone
Gevi battuta da Trento e dal Covid, Sacripanti: «Condizionati dagli eventi»

Il Covid arriva come una jattura, una macumba lanciata per fermare la corsa sfrenata della Gevi. Una settimana difficile, con un cluster all'interno del club scoperto venerdì e che ha messo fuori gioco innanzitutto il giocatore-chiave, Jason Rich, nel suo massimo momento di forma e indispensabile. Poi out anche tutto lo staff tecnico e organizzativo e il presidente Grassi. Salvo Sacripanti e il resto della squadra che èerò ha ovviamente pagato la tensione pre-gara e l'assenza del faro Rich. Risultato?

Un 10-0 per Trento che ha subito segnato la gara. Primo quarto con azzurri imbambolati, brutte soluzioni, e difesa senza cattiveria. Trenta punti subiti e venti realizzati. Poi tutto un match ad inseguire inutilmente Trento, squadra tosta, forte fisicamente cui gli arbitri hanno anche consentito di mettere le mani addosso in difesa per tutta la partita. Il finale 72-81 rispecchia una gara nata male. I migliori Parks (14 e 12 rimbalzi), Pargo 15 (nel primo tempo), Velicka 13, Lynch 8 con 5 stoppate. Domenica match difficile a Venezia. "Stiamo facendo una stagioneimportante ma molto difficile. Ci siamo allenati oggettivamente molto male per via del Covid.

Da venerdì mattina abbiamo Jason positivo. Dalle 15:30 alle 4 di oggi abbiamo avuto una dispersione di energie per quello che riguarda la preparazione della partita. Ho deciso di giocare all’inizio con due playmaker perché sapevo della pressione che avrebbe messo Trento, purtroppo per la prima volta abbiamo avuto un approccio sbagliato Per troppa voglia di fare e per troppa ansia. Non abbiamo assolutamente controllato il ritmo di gioco.  Non siamo stati capaci di essere responsabili e coraggiosi. L’ansia non si è tramutata in energia. Il 30-20 ci ha rovinato la partita.  Non siamo più riusciti a recuperare. Per il resto, certo, sono prepccupato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA