Aktis Acquachiara-Lazio 13-12 con uno scatenato Rocchino

Orgoglioso il tecnico Walter Fasano. «Sono contento del gioco espresso dai ragazzi, anche se dobbiamo perfezionare la gestione del vantaggio».

Aktis Acquachiara
Aktis Acquachiara
di Diego Scarpitti
Sabato 12 Novembre 2022, 23:42 - Ultimo agg. 13 Novembre, 06:55
3 Minuti di Lettura

«Siamo contenti del risultato». Esterna tutta la sua felicità Mattia Rocchino, match winner con una cinquina a referto. La rete più pesante messa a bersaglio arriva a 28 secondi dalla sirena, quella che è valsa il definito 13-12 (parziali di 5-3, 0-2, 5-4, 3-3) dell’Aktis Acquachiara sulla Lazio.

«In settimana ci eravamo posti l’obiettivo di vincere questa partita», ammette il numero 11 biancazzurro. «Era importante fare punti alla Scandone», prosegue l’acquachiarino. «La gara è stata piena di errori da ambo le parti, noi ne abbiamo commessi soprattutto in fase difensiva, però si è vista la volontà comune di vincere». Di misura prevalgono i padroni di casa, che conquistano il primo successo stagionale. «È scontato dire che ora dobbiamo continuare ad allenarci bene, anzi sempre meglio per le prossime partite. Già dalla prossima settimana ci aspetta una sfida complicata ad Ancona, dove vogliamo continuare a fare bene», auspica lo scatenato goleador. 

Esulta il capitano Ciro Alvino. «È stata una bella partita, ricca di gol. Sapevamo che dovevamo schiacciarci molto in difesa, perché c’era un centro che non appartiene a questa categoria come Matteo Leporale». Freschezza ed entusiasmo hanno consentito ai napoletani di prevalere al fotofinish. «Abbiamo preso tanti tiri da fuori, in compenso siamo partiti forte. Non ci siamo mai demoralizzati e solo poche volte ci siamo ritrovati sotto. Siamo una squadra che non molla mai», ribadisce il numero uno partenopeo. «Abbiamo registrato la difesa negli ultimi secondi del terzo tempo e ci siamo stabilizzati nell’ultimo periodo. Fortunatamente abbiamo messo dentro la palla», evidenzia l’estremo difensore. «Stiamo crescendo e andiamo avanti, senza guardare mai la classifica. Siamo proiettati alla sfida di Ancona», dice Alvino.

 

Orgoglioso il tecnico Walter Fasano. «E’ stata una bella partita. Sono contento del gioco espresso dai ragazzi, anche se dobbiamo perfezionare la gestione del vantaggio». Per i biancocelesti da segnalare il poker di Giorgio Giacomone. «Non mancano gli spunti sui quali lavorare in fase difensiva. Sono molto contento del successo», spiega il coach salernitano. «Iniziare bene il campionato è un fattore positivo e ci tenevamo a vincere. Incassiamo tre punti pesanti che ci danno benzina per lavorare bene», conclude raggiante Fasano (nelle foto di Gaetano Nardone-Mfsport). Il debutto interno è stato estremamente positivo. Bagnato dalla vittoria l’esordio in serie A2 di Angelo Cassaniti (2006).

© RIPRODUZIONE RISERVATA