Brescia-Napoli tra gioia e sdegno:
«Ai razzisti rispondiamo coi babà»

Sabato 22 Febbraio 2020 di Delia Paciello
Il Napoli che vince a Brescia, superando brillantemente una situazione di svantaggio e dimostrando caparbietà e carattere: «È stato il modo migliore per rispondere a quegli stupidi cori razzisti. Li abbiamo umiliati sul campo», è il commento di tanti napoletani. Gioia per il successo, ma una nota di sdegno invade il web: «Possibile che non si blocchi il gioco e che neanche i telecronisti si siano accorti dei cori bresciani? È una vergogna consentire questo»; «Dopo le parole di Feltri anche questo a dimostrare l’ignoranza che impregna il Nord»; «Che povera gente, manco capisce cosa ripete»; «Assurdo permettere questo in uno stadio, al Nord regna l’inciviltà. Ma li abbiamo zittiti con la bellezza dello sport»; «Noi rispondiamo coi babà».
 
 

Ma insieme alla polemica social cresce anche la carica per la squadra: «Stiamo tornando, dimostrate anche al Barcellona chi siete»; «Un ottimo allenamento prima della grande sfida di Champions». Perché il buon risultato alza le aspettative in coppa: «D’altronde il Barça sta giocando male, e qualche anno fa pure la Roma riuscì a batterlo», incalza qualcuno. L’entusiasmo momentaneo unito al ricordo dei bei tempi del Napoli dipinge una visuale probabilmente utopica per i tifosi azzurri, che si immaginano quasi buttare fuori dalla competizione europea Messi e compagni per poi spingersi sempre oltre: ormai il chiodo fisso fra i sognatori è quello. e in fondo nella sfida secca può succedere di tutto.

LEGGI ANCHE Brescia-Napoli, il punto di De Luca

Intanto Gattuso è diventato l’idolo dei napoletani: la sua simpatia si scatena anche sui social, dove l’allenatore calabrese pare molto più attivo e coinvolgente dei suoi predecessori. «Forza Ringhio, c’era bisogno di uno come te»; «Che stupidi quelli che non hanno avuto fiducia in te»; «Sei un grande, ripara quel disastro che hai trovato e facci sognare»; «Magnifico Rino», scrivono in tanti suoi profili.

LEGGI ANCHE Brescia-Napoli, la pagella del Mattino

Ma parole di stima anche per gli autori dei gol: «Capitano, stavolta non hai sbagliato»; «Lorenzo, porta in alto questa squadra»; «Fabian è un grande giocatore, solo eurogol per lui»; «Ma che cosa ha fatto il cammellone?!», si legge sul web. Qualcuno però ha visto male la scelta sul rigore: «Insigne è pericoloso dal dischetto, non poteva tirare Mertens? Fosse anche solo per il gol che gli manca». Altri non hanno approvato il cambio con Milik: «Con l’uscita di Dries per la mummia, abbiamo giocato con un uomo in meno. Siamo stati bravi a sopperire»; «Io non avrei mai fatto uscire Ciro per quel palo della luce». Insomma il folletto belga si è guadagnato gli applausi del pubblico anche in questo match, mentre non si può dire affatto lo stesso per il polacco, decisamente meno amato dai tifosi.
 
 

Ma la testa è già proiettata a martedì prossimo, e fra i consigli per il mister da parte dei numerosi fantallenatori c’è quello per il portiere: «Metti Meret in porta, in Champions uno dei migliori». Ovviamente in tanti si scatenano sulla formazione vincente contro i blaugrana, ma il messaggio dopo Brescia-Napoli è uno: la città ci crede. Il filotto di vittorie si allunga, e si speri includa anche la Champions. Intanto si sogna, aspettando la grande sfida. © RIPRODUZIONE RISERVATA